Ecco dove andare per un weekend romantico all’insegna di paesaggi mozzafiato e buon cibo senza spendere troppo

Di questi tempi, considerando la precarietà della situazione sanitaria causa Covid 19, sembra difficile immaginarsi in viaggio verso mete lontane.

In generale, siamo abbastanza reticenti e scoraggiati anche senza fantasticare necessariamente su trasferte in capitali europee o luoghi esotici.

Tuttavia, non è necessario rinunciare a viaggi e spostamenti, ma è sufficiente prediligere itinerari poco affollati e prendere le giuste accortezze. Ad esempio, ecco dove andare per un weekend romantico all’insegna di paesaggi mozzafiato e buon cibo senza spendere troppo.

La perfetta alternativa allo sci, senza rinunciare alle alte vette

L’inverno, tra le altre cose, potrebbe essere definita come la stagione dello sci per antonomasia.

Dopo un anno fermi, molti hanno scelto di trascorrere le festività natalizie sulle piste, nelle più rinomate località turistiche.

Del resto, come resistere allo spettacolo delle vette innevate e al pasto saporito, genuino e fumante pronto ad attenderci in un’accoglientissima baita?

È anche vero che comunque sciare ha un costo e che, appunto, si è registrata una corsa generale agli impianti, seppur con le adeguate misure di sicurezza.

Come fare quindi per godere a pieno dei paesaggi e delle specialità invernali a poco prezzo ed evitando affollamenti?

La soluzione è più semplice del previsto: armiamoci di ciaspole e avventuriamoci attraverso uno di questi fantastici itinerari a pochi passi da Torino.

Ecco dove andare per un weekend romantico all’insegna di paesaggi mozzafiato e buon cibo senza spendere troppo

Le ciaspole, spesso sottovalutate, nascondono diversi vantaggi: sono economiche, non necessitano di competenze tecniche particolari e permettono di raggiungere senza troppa fatica meravigliose località montane.

Se poi dovessimo scegliere i percorsi suggeriti di seguito, non mancherebbe di certo l’occasione di fare un giro anche tra le bellezze del capoluogo piemontese.

Pian delle Nere

Cominciamo proponendo questo itinerario assolutamente non complicato, con suggestive vedute panoramiche sulla pianura Canavese e i monti circostanti.

In soli 45 minuti di camminata, si giunge al Pian delle Nere (1.341 metri) e si trova ristoro presso l’alpeggio lì situato.

Questo percorso è consigliatissimo anche in primavera, quando l’altopiano si colora di profumi grazie all’abbondante fioritura di narcisi.

Cima Bossola

Un altro sentiero poco impegnativo e dunque adatto a tutti, senza rinunciare al piacere di arrivare in vetta, è quello che porta a cima Bossola.

Parcheggiando l’auto nei pressi dell’omonimo rifugio, è possibile noleggiare l’attrezzatura e incamminarsi tra i boschi di betulle, dalla pendenza dolce.

Per quanto riguarda la pausa pranzo, tornando al rifugio, si potranno gustare le specialità della Valchiusella, o, per chi preferisce, delle alternative vegetariane e vegane.

Approfondimento

Ecco 3 mete che non tutti conoscono in Italia per un weekend da sogno tra arte e natura a poco prezzo

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te