Ecco cosa usare per pulire e disinfettare frutta e verdura anche senza bicarbonato, aceto e prodotti specifici

Sin da piccoli impariamo l’importanza di lavare accuratamente frutta e verdura prima di mangiarla. Gli esperti confermano che questa è una buona abitudine che ci aiuta a mantenerci in salute. Infatti, la buccia è ricca di sostanze nutritive e sarebbe un peccato buttarla. Allo stesso tempo, tanti dei cibi che consumiamo abitualmente potrebbero avere residui delle sostanze chimiche utilizzate durante la coltivazione per preservare i prodotti da insetti e malattie. A questi chiaramente si aggiungono la sporcizia e i germi accumulati non solo con il contatto con la terra, ma anche nei vari passaggi sino alla nostra tavola.

Quindi, l’attenzione che mettiamo nella loro pulizia è più che giustificata. Anche per questo sono apparsi sul mercato sempre più prodotti specifici per aiutarci a realizzarla al meglio. Ma sono davvero necessari? E che dire del bicarbonato usato in ogni ambito della casa?

Ecco cosa usare per pulire e disinfettare frutta e verdura anche senza bicarbonato, aceto e prodotti specifici

Spesso, la buccia della frutta è commestibile e possiamo quindi consumarla senza rischi, se non consideriamo la presenza di diserbanti e altri prodotti per la coltivazione. Esiste infatti una lista della frutta e della verdura che generalmente avrebbe più tracce di sostanze chimiche nel momento della vendita. In ogni caso, se anche quello che decidiamo di mangiare si trova fra i prodotti più “puliti”, è sempre una buona idea disinfettarlo.

Solitamente, per farlo, si consiglia l’utilizzo di specifici prodotti disinfettanti o del bicarbonato. Eppure, la stessa Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha dichiarato nelle sue linee guida che per pulire frutta e verdura è sufficiente sciacquarla. Lo dobbiamo fare accuratamente utilizzando dell’acqua pulita. Quindi, non sarebbe necessario spendere per acquistare prodotti appositi.

Se comunque preferiamo una sicurezza in più, possiamo ricorrere ai metodi naturali. Ecco che quindi entra in gioco il bicarbonato. Spesso però viene utilizzato in quantità troppo elevate, dando un sapore spiacevole al cibo. Oltretutto, non è neanche l’unica opzione che abbiamo a disposizione.

Metodi naturali per lavare frutta e verdura

Quando decidiamo di utilizzare il bicarbonato, sarebbe sufficiente utilizzarne un solo cucchiaino per un’intera bacinella di frutta o verdura. Dopo averlo lasciato agire per qualche minuto, ricordiamoci di sciacquare accuratamente il cibo.

In alternativa, c’è uno dei disinfettanti naturali più utilizzati, l’aceto. A 7 misure di acqua dovrebbero corrisponderne tre di aceto, creando una soluzione in cui immergere i prodotti per circa 15 minuti. Per l’odore, possiamo anche dimezzare la quantità di aceto per compensare con un’uguale quantità di succo di limone.

Quindi, ecco cosa usare per pulire frutta e verdura e per disinfettarle in modo naturale senza troppe spese.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te