Ecco cosa usare al posto della salsa di soia per non rinunciare al sapore dei piatti d’asporto o fatti in casa

La salsa di soia è ormai diventata un condimento famigliare alla maggior parte degli italiani. Di origine cinese, la salsa di soia è un cibo fermentato dal tipico sapore salato e pungente, perfetto per condire i piatti di origine orientale. Un pasto al ristorante cinese o giapponese non sarebbe completo senza una generosa porzione di salsa di soia. Ne esistono di diversi tipi e con diverse concentrazioni di sale, ma tutte sembrano indispensabili per valorizzare al meglio la cucina orientale. Ma come fare quando non ce l’abbiamo a disposizione? Magari ci siamo dimenticati di chiedere della salsa di soia quando abbiamo ritirato il cibo d’asporto. Oppure abbiamo provato a casa delle ricette orientali che richiedono la salsa di soia ma ci siamo dimenticati di comprarla. Niente paura però, perché esistono diversi sostituti. Vediamone alcuni.

Un misto di miele e limone per valorizzare gli antipasti

Se non abbiamo la salsa di soia per condire involtini, ravioli o altri antipasti non temiamo. Gli antipasti orientali si sposano benissimo con una salsa fatta di miele e limone. Si prepara in pochissimi secondi e certamente ci piacerà. In alternativa, possiamo provare una salsa di zucchero e aceto (o salsa di aceto). Provare per credere. Come fare invece per i primi e secondi piatti?

Ecco cosa usare al posto della salsa di soia per non rinunciare al sapore dei piatti d’asporto fatti in casa

Possiamo utilizzare per insaporire i primi piatti una salsa fatta con la pasta di miso e poca acqua, che assomiglia al sapore salato della salsa di soia. Se non abbiamo il miso in casa, non disperiamo, perché ci sono delle alternative.

Acqua di ammollo dei funghi secchi

Ecco cosa usare al posto della salsa di soia in emergenza: l’acqua di ammollo dei funghi disidratati. Non storciamo il naso, perché l’acqua d’ammollo dei funghi può diventare un condimento molto saporito, con delle note di sapore umami tipiche della cucina orientale. Mettiamo a mollo i funghi secchi in poca acqua per qualche minuto. Non usiamo troppa acqua per evitare di diluire troppo il sapore.

Alghe secche sbriciolate

Se abbiamo in casa dei fogli di alga nori, o anche qualsiasi altro tipo di alga secca, è il momento di tirarli fuori. Possiamo sbriciolarle e usarle per condire i nostri piatti orientali. Soltanto uno dei molteplici usi alternativi delle alghe in cucina.

Olio del tonno in scatola o delle acciughe

Come ultima spiaggia, possiamo utilizzare l’olio del pesce conservato, come l’olio del tonno in scatola o delle acciughe. Insomma, le opzioni per insaporire i nostri piatti sono infinite.

Approfondimento

Non solo cibo orientale, ecco tre usi della salsa di sosia per arricchire le ricette italiane

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te