Ecco cosa rischia chi decide di eliminare il glutine dalla dieta

Negli ultimi anni le nostre abitudini alimentari sono senza dubbio cambiate. Con il passare del tempo, e l’arrivo sul mercato di prodotti innovativi, in molti hanno deciso di rivedere la propria dieta alimentare. Ad oggi infatti è più facile sostituire alcuni ingredienti o eliminare del tutto alcune componenti. Proprio per il fatto che abbiamo una grande scelta, possiamo permetterci di fare dei tentativi e vedere quali cibi, e quale regime alimentare, consideriamo più adatti.

Maggiore reperibilità

Un esempio di ciò lo possiamo avere pensando a tutti quei prodotti che sostituiscono gli alimenti a base di carne. Al giorno d’oggi infatti essere vegetariano, o vegano, è più facile rispetto a qualche anno fa. Così anche per chi soffre di celiachia o di intolleranza al glutine. Certamente in questo caso parliamo di una patologia, e non di una preferenza. Se prima era però molto difficile reperire prodotti alimentari adatti, ad ora non è più così. Attenzione però, infatti ecco cosa rischia chi decide di eliminare il glutine dalla dieta.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Acquista lo smartwatch XW 6.0 con il 50% di sconto

Scopri ora l'offerta

Smartwatch

Una scelta da considerare

Ci riferiamo naturalmente alle persone che, senza una patologia conclamata o un’intolleranza verificata, decidono di eliminare il glutine dalla propria dieta. Pensando di aiutare il dimagrimento e la perdita di peso, non sono in pochi ad optare per questa strada. È bene però, prima di andare avanti con questa decisione, considerarne i pericoli. Infatti ecco cosa rischia chi decide di eliminare il glutine dalla dieta. Secondo i ricercatori dell’Università statunitense di Harvard, un basso o inesistente consumo di glutine aumenta del quindici percento la probabilità di sviluppare il diabete. Il tutto è stato dimostrato scegliendo dei partecipanti e studiando gli effetti del consumo di glutine.

Infatti gli alimenti privi di glutine sono per definizione mancanti di alcune componenti che servono al nostro corpo. Parliamo di fibre e altri nutrienti necessari al nostro organismo per difendersi da malattie e disturbi, ma non solo. Solitamente infatti questi cibi presentano maggiori quantità di zuccheri, grassi e sale, rispetto ai loro corrispettivi contenenti glutine. Comprendiamo bene dunque come i rischi di incorrere in malattie come il diabete si alzino molto, anche e soprattutto per questo motivo. Se dunque non vi è un bisogno strettamente medico, non c’è motivo per eliminarlo. Esistono altre alternative per calare di peso, molto più efficienti e salutari e che non prevedono la rinuncia di una componente così importante. Dunque ecco cosa rischia chi decide di eliminare il glutine dalla dieta.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te