Ecco cosa ci vuole comunicare il nostro cane quando dorme a pancia in su

I nostri amici a quattro zampe ci rendono felici con piccoli gesti quotidiani, basta anche solo tornare a casa e venire riempiti da mille feste.

Il cane è un impegno, è vero, richiede cure e attenzioni costanti ma è altrettanto vero che il loro affetto e amore non hanno prezzo.

Dobbiamo poco per volta imparare il loro modo di comunicare che ovviamente è diverso dal nostro, per capir loro e capire i loro bisogno.

Ecco cosa ci vuole comunicare il nostro cane quando dorme a pancia in su, incredibile ma vero.

Il significato

Sovente troviamo il nostro fido a dormire in questa posizione con le gambe distese in alto, chiedendoci persino come può sentirsi comodo.

Lui invece, riesce in questo modo a distendere la schiena e rilassare i suoi muscoli, cadendo in sonno profondo e riposandosi così molto bene.

Come notiamo, la posizione del cane è molto vulnerabile, questo indica che è completamente a proprio agio e sicuro nel luogo in cui si trova.

Ma non solo, questo gesto fisico di apertura indica anche che ha fiducia nei proprietari, senza dover proteggersi da nessuno e da niente.

Non sente di dover preoccuparsi di stare in guardia, cosa che succede spesso quando è solo in casa oppure di notte quando tutti dormono.

Quest’abitudine è molto comune nei cani che vivono in casa con noi ma difficile da riscontrare in esemplari che invece non sono domestici.

Può essere anche dovuto al caldo, soprattutto in estate, perché il suo pelo è più sottile dal ventre e le zampe contengono le ghiandole sudoripare.

In nostro cane quindi, esponendole in aria riuscirà a rinfrescarsi sentendosi subito meglio.

Ecco cosa ci vuole comunicare il nostro cane quando dorme a pancia in su, ora lo sappiamo anche noi.

Curiosità

La posizione a pancia in giù è comune nei cuccioli o in cani già grandi che anche quando dormono cercano di comunicare qualcos’altro.

Può indicare che è irrequieto e sente di dover stare sempre sull’attenti, infatti noteremo che i suoi muscoli sono tesi.

Bisogna sempre far attenzione che il nostro fido non sia stressato o ansioso, bensì energico e pronto all’esplorazione del mondo.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te