Ecco come usare la lavatrice per evitare 2 comuni errori causa di bucato puzzolente e bollette salatissime

Una delle prime problematiche con cui ci si scontra quando si lascia la casa dei propri genitori si lega al bucato.

Infatti, fare il bucato può sembrare un’operazione semplice e di poco conto. Tuttavia una cosa è lavare in maniera approssimativa altro è riuscire ad ottenere un bucato profumato e veramente pulito.

Inoltre imparare ad utilizzare la lavatrice in modo ottimale permetterà anche di risparmiare sulla bolletta dell’elettricità.

Tra gli errori più frequenti che vengono commessi ai primi posti troviamo, sicuramente l’utilizzo scorretto di ammorbidente e detersivo. Inoltre in molti pensano che sia sufficiente utilizzare il detersivo senza rendersi conto che, al contrario, è necessario aggiungere un additivo igienizzante.

Oltre a questo anche fare asciugare il bucato nel modo più corretto per non dover ricominciare tutto dall’inizio per via della puzza di muffa.

Eppure non si tratta degli unici errori da evitare, un altro è legato ai tempi di lavaggio.

Ecco come usare la lavatrice per evitare 2 comuni errori causa di bucato puzzolente e bollette salatissime

Tante persone, infatti, pensando di risparmiare decidono di utilizzare cicli di lavaggio rapidi al posto di quelli classici.

Le moderne lavatrici, infatti, possono impiegare anche alcune ore per un ciclo di lavaggio completo. Tanti lo ritengono un eccessivo spreco di acqua ed elettricità preferendo, invece, basse temperature e cicli brevi.

Si tratta di un vero e proprio errore che non permetterà di pulire al meglio il bucato. Inoltre, non darà la possibilità al detersivo di dare il massimo e di igienizzare i panni.

I cicli brevi sono ottimi nel caso in cui si debba lavare qualcosa che si è utilizzato poco, per rinfrescare un capo ad esempio.

Non può diventare la normalità dal momento che i detersivi, soprattutto quelli in polvere, non riusciranno a sciogliersi bene. Questo per via delle temperature basse, il tempo di cominciare a sciogliersi che il lavaggio sarà terminato.

Per questo si consiglia di leggere le istruzioni della propria lavatrice. In questo modo si riuscirà a capire quali sono i vari tipi di lavaggio previsti e si riuscirà a scegliere il migliore per ogni situazione.

Cestello troppo pieno

Un altro errore che si fa nella convinzione di risparmiare è quello di sovraccaricare il cestello. Non bisognerebbe mai riempire al massimo la lavatrice per cercare di ottimizzare la spesa. Si otterrà esattamente l’effetto opposto e si sprecheranno molti più soldi. Il bucato non ne uscirà pulito ma ancora sporco e, magari anche puzzolente.

Infatti i panni hanno bisogno di spazio per roteare e sfruttare al meglio l’azione meccanica della lavatrice.

Riassumendo, una lavatrice troppo piena non ci permetterà di ottenere i risultati sperati. Al contrario si rischierà di spendere molti più soldi in bollette. Ecco, quindi, come usare la lavatrice per evitare 2 comuni errori causa di bucato puzzolente e bollette salatissime.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te