Ecco come riutilizzare gli avanzi del pandoro e panettone con questa ricetta velocissima, squisita e anti spreco

Dopo le grandi mangiate di questi giorni, ci sentiamo sazi e appesantiti. Il nostro stomaco ne risente e chiede un po’ di tregua dal cibo.

A tal proposito, dopo esserci ingozzati, è questo l’infuso migliore che contrasterebbe gonfiore addominale e pesantezza.

Nonostante abbiamo mangiato tantissimo, in queste occasioni è tipico che avanzi del cibo. In particolare, uno dei prodotti che puntualmente avanza dopo le feste natalizie è il pandoro o il panettone.

È vero che ne mangeremo una fetta anche a Capodanno. Dall’altro lato, però, è vero anche che avere troppi avanzi in giro per casa non è mai piacevole. Si rischierebbe, infatti, di dover buttare nella spazzatura il cibo.

Per evitare, quindi, sprechi alimentari, scopriamo questa squisita ricetta veloce e molto facile per poter riutilizzare pandoro e panettone. Ne rimarremo davvero soddisfatti e mangeremo tutti gli avanzi con molto piacere, senza avvertire alcuna fatica.

Ecco come riutilizzare gli avanzi del pandoro e panettone con questa ricetta velocissima, squisita e anti spreco

Prepareremo insieme un fantastico tiramisù alternativo: la base della ricetta sarà il nostro panettone o pandoro avanzato, ma con una sorpresa. Invece del solito cioccolato, infatti, aggiungeremo della buonissima crema al pistacchio. Iniziamo subito.

Ingredienti per 4 persone:

  • 100 gr di crema spalmabile al pistacchio;
  • 100 gr di panna liquida;
  • 200 gr di mascarpone;
  • 4 tazzine di caffè;
  • 40 ml di latte;
  • pandoro o panettone avanzato;
  • granella di pistacchio q.b.;

Procedimento:

In primo luogo sottolineiamo che, tra il panettone e il pandoro, il dolce che si adatta meglio in questa ricetta è il secondo. Il pandoro, infatti, essendo privo di canditi e uvetta, darà un gusto più omogeneo al nostro tiramisù. Se, però, nel nostro caso fosse avanzato del panettone, potremmo tranquillamente utilizzare quest’ultimo: il risultato finale sarà comunque ottimo.

Iniziamo versando in una ciotola il mascarpone e la crema di pistacchio, mescoliamo bene il tutto.

A parte, aggiungiamo in una terrina abbastanza profonda la panna liquida e, con delle fruste elettriche, montiamola a neve ferma. Uniamo, quindi, la panna al composto precedente, mescolando con delicatezza dall’alto verso il basso, per evitare di smontarla.

Così avremo ufficialmente preparato la crema al pistacchio del nostro tiramisù.

Assembliamo il nostro gustosissimo tiramisù

Prendiamo una pirofila e iniziamo a creare gli strati del dolce. Tagliamo il pandoro avanzato a fette di circa 2 cm e prepariamo una caffettiera per 4 persone.

Stendiamo un primo strato di crema al pistacchio sulla base della pirofila, al di sopra del quale posizioneremo una fetta di pandoro.

Spennelliamo la fetta con del caffè, aiutandoci con un pennello da cucina. Ripetiamo questi passaggi per creare il secondo e il terzo strato del nostro tiramisù. Aggiungiamo alla fine l’ultimo strato di crema al pistacchio, decoriamola con della granella di pistacchio e il nostro dolce sarà ufficialmente pronto.

Il risultato sarà così buono che probabilmente tutti vorranno fare il bis. Ecco, dunque, come riutilizzare gli avanzi del pandoro e panettone con questa ricetta velocissima, squisita e anti spreco.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te