Ecco come risparmiare sul pane puntando sempre sull’alta qualità

Il pane fa casa e famiglia. Non esiste un pasto senza pane, almeno per quanto riguarda i classici pasti in cui noi italiani ci riuniamo tutti insieme. Certo, ma per poter avere quel tanto agognato pane sulla tavola dobbiamo necessariamente andarlo a comprare.

Per avere una freschezza costante dovremmo comprarne poco ma tutti i giorni. Con la routine del lavoro, però, non tutti riescono a passare anche in panetteria appena usciti dall’officina o dall’ufficio. Comprare tutti i giorni, poi, potrebbe essere una spesa non indifferente che grava sul bilancio della famiglia. Dunque, ecco come risparmiare sul pane puntando sempre sull’alta qualità.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
La nuova friggitrice ad aria che amerai: zero odori, zero schizzi

SCOPRI IL PREZZO

Oil free

Il trucco del congelamento e della scelta della panetteria

Il primo trucco è naturalmente quello di selezionare la nostra panetteria di fiducia. In seguito, comprare tanto pane e istituire un rapporto di fiducia con il panettiere può portarci a beneficiare di sconti. Dobbiamo però ricordarci di comprare una volta sola delle grandi quantità di pane, così da permettere anche al panettiere di guadagnarci qualcosa.

Piccolo inconveniente? Dobbiamo avere un congelatore grande per poter mettere tutto quel pane. In particolare, dobbiamo anche controllare la qualità del nostro congelatore, perché è possibile che con grandi carichi la sua efficacia diminuisca sensibilmente.

Ecco come risparmiare sul pane puntando sempre sull’alta qualità

Certo, forse i suggerimenti legati al congelamento e alla scelta della panetteria sono quelli più seguiti dagli italiani. C’è, però, un’alternativa interessante da prendere in considerazione. Parliamo, infatti, del pane cosiddetto “semicotto”. Questa tipologia di pane è molto conosciuta e comprata in Francia, Germania e Spagna, ma inizia ad avere successo anche in Italia.

Si tratta essenzialmente di pane prodotto da grandi aziende che lo fanno cuocere a metà. Viene sigillato in confezioni ad atmosfera controllata e disposto nei migliori supermercati d’Italia. Il suo prezzo è spesso inferiore al pane fresco e per prepararlo basta qualche minuto al forno. La procedura è molto semplice: bisogna preriscaldare il forno alla temperatura indicata sulla confezione e inserirlo al momento opportuno.

In seguito, potremo sfornare del pane che è a tutti gli effetti fresco. L’accorgimento più importante da seguire riguarda la tipologia di forno: dobbiamo necessariamente usare quello tradizionale ed evitare quello a microonde. Con un po’ di esperienza saremo in grado di scegliere la marca di pane migliore al supermercato. Il grande vantaggio di avere questo pane è la sua freschezza. Si conserva anche per più giorni in frigo, ma una volta aperto va cucinato subito.

Approfondimento

Mai più pane secco o raffermo grazie a questo meraviglioso trucco della nonna.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te