Ecco come restaurare e ricoprire il piano di un vecchio tavolo in legno e rinnovare casa con pochi soldi

Ogni casa si compone di tanti e vari elementi. Mantenere tutto in buono stato e garantire loro una vita quanto più lunga possibile richiede numerose accortezze.

In particolare i mobili in legno, indubbiamente molto delicati. Infatti, il legno va nutrito nonché lucidato, magari usando un efficace ingrediente avanzato in cucina.

Allo stesso tempo, può essere preda anche dei tarli. Questi ultimi, una volta sgominati, lasciano antiestetici buchi da riempire.

Nonostante le diverse cure, il tempo e l’usura spesso compromettono inevitabilmente i nostri mobili. Soprattutto il tavolo, particolarmente sfruttato in ogni casa per mangiare ma anche come appoggio per varie mansioni.

Ecco come restaurare e ricoprire il piano di un vecchio tavolo in legno e rinnovare casa con pochi soldi

A deteriorarsi maggiormente nel tavolo, ovviamente, è il suo piano. A lungo andare capita presenti intaccature profonde, graffi, nonché coperture mancanti.

Il risultato potrebbe dunque essere indecente. Non sempre si è però disposti a comprarne un altro, si tratta infatti spesso di una spesa alquanto importante.

Una spesa che si tende a rimandare soprattutto nel caso in cui il resto della struttura del tavolo sia perfettamente integra.

Sicuramente in molti camuffano la parte rovinata ponendovi al di sopra una tovaglia.

Ma non c’è più bisogno di nascondere il piano agli ospiti o di doversi fare coraggio a sborsare soldi per un acquisto. Con un investimento minimo, infatti, possiamo ridargli nuova vita.

5 modi per avere un nuovo e bellissimo tavolo

Ecco quindi come restaurare e ricoprire il piano di un vecchio tavolo in legno e rinnovare casa con pochi soldi.

Come sappiamo, possiamo acquistare delle carte adesive apposite da incollarvi sopra. In realtà possiamo spingerci maggiormente nel nostro restauro e ottenere un pezzo di maggiore pregio.

Invece delle carte, potremmo ricoprirlo con dei laminati. Ne esistono di diversi metalli e spessori, nonché di differenti colori facilmente abbinabili al legno.

Un’altra idea è, dopo aver scartavetrato il piano, applicarvi delle immagini tramite découpage. Basterà della colla e un fissante. Magari sfruttando immagini di frutta e verdura, così che sia in tema con la cucina.

Possiamo però acquistare anche una lastra di vetro da apporvi sopra, così da proteggere il lavoro e dare un’aria più prestigiosa al tavolo.

Dopo averlo scartavetrato, possiamo anche adottare un’ulteriore soluzione semplicissima ed economica: pitturarlo. Basterà comprare uno smalto adatto al legno e un pennello, ovviamente si dovrà stendere con cura il colore e farlo asciugare.

Un’idea innovativa e chic potrebbe essere sfruttare alcuni elementi inutilizzati in casa: le vecchie mattonelle. Tutti abbiamo qualche scatolone contenenti le rimanenze di cucina e bagno. Basterà incollarle una accanto all’altra sul tavolo. O spezzettarle e assemblarle come a creare un mosaico. Per dare maggiore rilievo, possiamo pitturare poi i punti di giuntura delle tessere.

Sfruttando queste idee, con una spesa minima avremo finalmente un tavolo nuovo nonché di design.

Lettura consigliata

Come riutilizzare le vecchie persiane in legno per creare attraverso il riciclo 5 oggetti pratici e chic per la casa

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te