Ecco come quando e perché le diete dimagranti per perdere peso fanno davvero male 

Quando le diete dimagranti per perdere peso fanno davvero male? La risposta è semplice in quanto un regime alimentare non dovrebbe essere mai basato sulla perdita troppo veloce di peso. L’apporto calorico giornaliero per perdere peso deve essere, infatti, solo un pò più basso rispetto al fabbisogno, altrimenti si stressa eccessivamente il corpo.

Ed il piacere di vedersi magri, o tornati ad essere in forma in poco tempo, rischia poi di essere pagato molto caro.

Ecco come quando e perché le diete dimagranti per perdere peso fanno davvero male

E le diete dimagranti fanno davvero male quando, ad esempio, prevedono regimi alimentari squilibrati. È il caso delle diete ad alto contenuto proteico. O anche di quelle che fanno leva prevalentemente sui carboidrati.

E le diete, invece, a basso contributo di carboidrati, alla lunga, cosa possono comportare? Tutta una serie di rischi per la salute, da quello vascolare ai danni ai reni ed al fegato. Fino a giungere, addirittura, all’insorgenza di tumori.

Stesso discorso vale per la dieta agli estremi. E cioè la dieta a base di carboidrati. Quest’ultima, nota anche come dieta high carb, impone l’assunzione di troppi zuccheri rispetto al normale fabbisogno.

I regimi alimentari non nocivi per la salute

La dieta dimagrante, quindi, va davvero maneggiata con cura, e va seguita sempre e solo dietro il consiglio di un nutrizionista. Che, non a caso, ci consiglierà un’alimentazione equilibrata con cinque pasti al giorno. In sostanza, consumando, poco e spesso, un pò di tutto. E svolgendo ogni giorno attività fisica così da dare il giusto strappo al proprio metabolismo.

Per definizione l’alimentazione è equilibrata quando, nel corso della giornata, ci si nutre assumendo in maniera virtuosa, appunto, i nutrienti. Inoltre anche l’energia necessaria per prevenire non solo le eccedenze, ma anche le carenze nutrizionali.

E, quindi, in questo caso l’alimentazione può dirsi perfetta per quantità e per qualità. E si pensi alla dieta mediterranea, universalmente riconosciuta come sana ed equilibrata.

A tal punto che l’UNESCO ha riconosciuto la dieta mediterranea come bene protetto inserendola nella lista dei patrimoni orali e immateriali dell’umanità.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te