Ecco come lavare e disinfettare le fragole senza bicarbonato né aceto più 3 consigli per mantenerle belle sode e gustose

Le fragole sono un frutto simbolo di questa stagione. Rosse e dalla polpa carnosa, sono una vera tentazione quando le vediamo al mercato. Tentazione a cui poter cedere tranquillamente, ovviamente ad eccezione di casi conclamati di allergia o intolleranza. Sono ricche di ottime proprietà nutrizionali. In un altro articolo abbiamo infatti spiegato come fragole e altri frutti gustosi siano ricchissimi di una particolare vitamina. Inoltre, le fragole si prestano per svariati consumi. Le possiamo gustare così, al naturale, come semplice frutto, in tutta la loro purezza. Oppure le possiamo usare per realizzare golosi dolci o preparare gustose marmellate.

In qualunque modo si scelga di utilizzarle, le fragole, così come del resto tutta la frutta e la verdura, vanno lavate per bene. Sciacquarle sotto l’acqua corrente serve a poco. Questa soluzione rapida non ci consentirebbe una pulizia profonda. È fondamentale eliminare ogni traccia di sporco e impurità: terriccio, fertilizzanti, pesticidi… Ma anche microrganismi e batteri che potrebbero provocare infezioni alimentari. Molte persone, per lavare le fragole (ma anche altri frutti ed ortaggi) utilizzano il bicarbonato. Riempiono una bacinella di acqua, vi fanno sciogliere un cucchiaio di bicarbonato ed infine vi lasciano in ammollo le fragole. Altri utilizzano lo stesso metodo ma, al posto del bicarbonato, aggiungono dell’aceto. Nelle prossime righe proporremo una soluzione alternativa e altrettanto valida.

Ecco come lavare e disinfettare le fragole senza bicarbonato né aceto più 3 consigli per mantenerle belle sode e gustose

Mettere le fragole in una ciotola con acqua e vino rosso. Per quanto riguarda le quantità, tener conto della seguente proporzione: 2 bicchieri di acqua e 1 di vino. Lasciare in ammollo per 15 minuti circa. Di tanto in tanto, con un cucchiaio, smuovere le fragole così che il vino vada a rimuovere le impurità dalla loro superficie. Per la sua composizione acida e alcolica, il vino risulterebbe infatti essere un ottimo disinfettante. Oltre ad essere un sistema molto efficace, il vino rosso lascia anche un sapore particolarmente gradevole sui frutti rossi.

Ma questo non è ancora tutto. Per una accurata pulizia e disinfezione delle fragole, sarebbe opportuno conoscere, e applicare, anche altri suggerimenti. Vediamoli qui di seguito.

  • Anzitutto, le fragole vanno lavate con il picciolo verde ancora attaccato. Così facendo, eviteremo che eventuali sostanze nocive penetrino all’interno del frutto;
  • le fragole sono un prodotto assai delicato. È bene quindi lavare soltanto quelle che si ha effettivamente intenzione di consumare o adoperare per qualche ricetta;
  • sempre per via della loro delicatezza e facile deperibilità, una volta lavate, le fragole andrebbero immediatamente asciugate. Facendole asciugare all’aria, in maniera naturale, assorbirebbero troppa acqua e tenderebbero a marcire rapidamente. Una volta quindi scolate, sistemarle su carta assorbente e tamponarle con delicatezza per non rovinarle.

E così, ecco come lavare e disinfettare le fragole per poterle gustare in tutta sicurezza.

Approfondimento

Per lavare frutta e verdura oltre al bicarbonato potremmo usare questa spezia tanto amata in torte e tisane

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te