Ecco come evitare questi 3 errori imperdonabili quando puliamo i carciofi, più un segreto per servirli al meglio a tavola

I carciofi sono tra gli ortaggi più consumati ed apprezzati dagli italiani. Sia per la duttilità in cucina, sia per le tante varietà disponibili durante quasi tutto l’anno. E non solo: l’Italia è anche leader mondiale nella coltivazione con circa 500.000 tonnellate di carciofi prodotti ogni anno!

In questo periodo, sui banconi troviamo i carciofi primaverili che sono la varietà più pregiata, dal momento che i capolini sono più grandi. Molti però hanno giustamente difficoltà a pulirli, soprattutto perché non si sa mai cosa buttare e cosa no.
Quindi, in questo articolo cercheremo di fare un po’ di chiarezza. Infatti, ecco come evitare questi 3 errori imperdonabili quando puliamo i carciofi, più un segreto per servirli al meglio a tavola.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Come pulire i carciofi in maniera efficace

Uno degli errori più frequenti è quello di non riuscire mai a distinguere la parte del carciofo che dev’essere buttata e quella che deve essere conservata. Infatti, una volta rimosse le spine e le foglie esterne, bisogna capire qual è la parte interna, il cuore del carciofo.

Ce ne accorgeremo quando, al tatto, sarà più morbido e la colorazione sarà più chiara.
È importante sapere che una volta pulite andranno subito immerse in una bacinella con acqua fredda e limone. E quest’ultimo deve essere utilizzato anche per il prossimo consiglio.

Indossiamo sempre guanti monouso

Prima ancora di pulire i carciofi, è bene sapere che bisogna indossare dei guanti monouso e bagnarseli con un po’ di succo di limone. Questo dev’essere fatto perché, a contatto con l’aria, il carciofo tende ad annerirsi.
E se non si prendono queste precauzioni, il pigmento scuro che viene rilasciato, sarà difficile da rimuovere dalle mani!

Mai buttare via il gambo

Molti pensano erroneamente che si debba buttare il anche il gambo insieme alle foglie. In realtà si commette un grosso errore, perché perdiamo parte del gusto e della croccantezza del carciofo.
Anche qui bisogna solo scartare la parte esterna, con l’aiuto di un pelapatate.
Quindi, ecco come evitare questi 3 errori imperdonabili quando puliamo i carciofi, più un segreto per servirli al meglio a tavola.

Un ultimo segreto

L’ultimo consiglio che vogliamo dare ai nostri lettori è quello di evitare di accompagnare i piatti a base di carciofi con del vino. Il motivo è che la cinarina, una sostanza contenuta al loro interno, tende a mascherare il gusto del vino, rendendolo amarognolo.

Consigliati per te