Ecco come comprare pesce a pochi euro e fare un figurone anche a Natale e Capodanno 2021  

Per un mesetto circa, sulle tavole di milioni di italiani si gusteranno tanti piatti a base di pesce e frutti di mare. Ci sono tradizioni da rispettare, i pranzi e le cene con amici e parenti, infine la voglia di portare in tavola piatti da leccarsi i baffi.

In generale, per “sopravvivere” alle spese di periodo dovremmo mettere in atto queste 5 astuzie. Andando invece nello specifico odierno, ecco come comprare pesce a pochi euro e fare un figurone anche a Natale e Capodanno 2021.

Il canale di vendita

Il primo passo da compiere è quello di sfatare un luogo comune: la qualità del pescato non è un’esclusiva di un solo canale di vendita.

Spesso le pescherie danno maggiori garanzie al riguardo, ma negli anni non sono mancati casi di frode su questo versante. Parimenti vi sono luoghi come il mercato e/o la GDO che spesso offrono alla clientela un prodotto fresco e di qualità.

Detto ciò, consideriamo che i costi di gestione che sostiene il rivenditore si riversano sul bene finale. È un aspetto da non trascurare quando si decide il punto vendita dove andare a fare la spesa.

Acquistare il pescato locale e di stagione

Il pesce allevato di norma costa molto meno del pescato, mentre il discorso s’inverte in merito alla qualità e quindi sul prezzo del prodotto.

Per salvare cavoli e capra, ossia qualità e portafoglio, il segreto sta nel preferire i pescati del territorio e di stagione.

Acquistare il pescato “salva portafoglio”

I prezzi di pesce e frutti di mare dipendono anche dalla domanda: le specie più richieste si pagano sempre di più. Questo discorso vale soprattutto per i pesci più gettonati per le preparazioni tradizionali del periodo. Idem anche in merito agli elevati prezzi dei pesci di grande dimensione, che tuttavia potrebbero essere più ricchi di contaminanti e metalli pesanti.

Meglio puntare sulle c.d. specie neglette come sugarello, sgombro, cefalo, lampuga, palamita, alaccia, etc. Costano molto meno e non hanno nulla da invidiare, in termini di nutrienti e qualità, alle razze più blasonate.

Evitare il prodotto già pulito

Quando andiamo a fare carburante per la nostra auto, le stazioni di servizio espongono in genere 2 prezzi. Quello più caro vale per il rifornimento servito e quello più economico per il self-service.

Quando compriamo pesce e frutti di mare vale lo stesso principio: il prodotto da pulire costa in genere di meno. Sarebbe pertanto da preferire se l’intento è quello di risparmiare.

Ecco come comprare pesce a pochi euro e fare un figurone anche a Natale e Capodanno 2021

Infine ecco il classico trucco che uno non si aspetta: utilizzare ogni parte del pesce.

Con gli scarti di un pesce sfilettato (spigola, orata, etc) si può ottenere gratis un brodo delizioso per un risotto o una zuppa del giorno dopo. Abbiamo già illustrato tutti i passaggi al riguardo in questo nostro precedente articolo.

Apprendimento

Questa torta sofficissima si scioglie in bocca e ha già conquistato tutti da Tokio a New York.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te