Ecco come comportarsi quando il nostro amico a quattro zampe ha le pulci per risolvere il problema in modo semplice e sicuro

Nulla dà gioia e colore ad un giardino come la presenza di un cane (o più di uno, se abbiamo il tempo e l’energia di gestirli). Ma con l’arrivo del caldo e della bella stagione questo significa affrontare anche la minaccia di parassiti come le pulci.

Sappiamo che ci sono rimedi naturali per contrastare le punture di questi insetti, ma è importante sapere come comportarsi per risolvere il problema alla radice, dopo aver arginato i sintomi. Ecco come comportarsi quando il nostro amico a quattro zampe ha le pulci per risolvere il problema in modo semplice e sicuro.

Naturalmente la prima cosa che ha senso fare in casi come questo è assicurarci di aver individuato correttamente il problema. Vale a dire essere certi che si tratti di pulci. Se il cane si gratta con insistenza, abbiamo già un ottimo segnale. Ma sarebbe molto meglio individuare i segni delle punture o addirittura individuare gli esemplari adulti (quelli che saltano, per intenderci).

Per fare questo non c’è niente di meglio che procurarsi un pettinino per pulci e passarlo accuratamente nel pelo del cane. Individuare i parassiti sarà molto facile e veloce.

Ecco come comportarsi quando il nostro amico a quattro zampe ha le pulci per risolvere il problema in modo semplice e sicuro

Il primo gesto che verrebbe da fare è quello di fare un bel bagno al nostro cane, magari con un prodotto antipulci apposito. Non è una mossa sbagliata, ma anche in questo caso stiamo solo eliminando il sintomo e non la causa. Dopo poco tempo, infatti, il nostro amico peloso può nuovamente presentare lo stesso problema.

Un primo vero passo verso la soluzione del problema è rivolgerci al veterinario e spiegargli nel dettaglio il problema, presentando le prove che abbiamo raccolto. Sarà il medico a consigliarci un trattamento adeguato per mantenere il cane protetto fino alla fine della bella stagione.

Quando i metodi naturali non bastano, la terapia tradizionale è ricca di soluzioni: dai collari antipulci, ai trattamenti antiparassitari sotto forma di pasticche o di gel o liquidi da applicare direttamente sulla cute. Quest’operazione ci permetterà di essere sicuri che il nostro cane sia protetto ventiquattro ore al giorno mese dopo mese.

Prendiamo precauzioni

Ma se vogliamo essere ancora più sicuri del risultato, non dimentichiamo l’importanza della prevenzione. Il cane sarà ancora più sicuro se l’ambiente in cui vive è pulito e controllato. Quindi ricordiamo di pulire e sanificare a dovere la cuccia, la stanza e le coperte del nostro cane, di lavare accuratamente ciotole della pappa e qualsiasi gioco. In questo modo sarà molto più difficile per i parassiti riprodursi e aggredire il nostro amico a quattro zampe.

Consigliati per te