Ecco come coltivare i capperi in vaso così da averli sempre a disposizione per i nostri piatti più gustosi

Oggi giorno sono tante le persone che si stanno dedicando al giardinaggio per abbellire il proprio orto. Non tutti però possono vantare di averne uno, chi non ha disposizione un terreno aperto sta sperimentando la coltivazione in vaso. Questa alternativa, permette di abbellire balconi e terrazze e di ottenere i frutti che più desideriamo e di consumarli poi direttamente nelle nostre tavole.

La coltivazione in vaso non è cosa nuova, ma è cosa nuova il crescente interesse da parte di molti. Infatti sono aumentate le ricerche in merito e anche gli articoli dedicati al giardinaggio e su come migliorare il proprio pollice verde. Soprattutto in primavera è il periodo ideale per coltivare determinate piante come ad esempio una pianta tipica del mediterraneo.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0, lo smartwatch di ultima generazione ad un prezzo incredibile.

SCOPRI DI PIU’

Smartwatch

Ecco come coltivare i capperi in vaso così da averli sempre a disposizione per i nostri piatti più gustosi.

Coltivazione in vaso dei capperi

Questa pianta tipicamente mediterranea viene coltivata e cresce spontaneamente in zone molto calde d’Italia. Con questo non si intende che non possa essere coltivata anche in regioni fredde, certamente si può ma necessità di più cure. La pianta di cappero, crescendo, forma un cespuglio che casca ed è ricco di fiorellini bianchi.

Come già detto la pianta del cappero può essere coltivata anche in vaso, la dimensione adatta dovrebbe essere di mezzo metro meglio se di terracotta. All’interno occorre mettere argilla espansa oppure della ghiaia sul fondo per garantire il drenaggio. Mischiamo al terriccio un po’ di sabbia e calce. Per quanto riguarda l’irrigazione si consiglia da una alle tre volte a settimana senza però esagerare con l’acqua.

Ricordiamo di posizionare il vaso in un luogo in cui l’esposizione solare arrivi direttamente, questa pianta ama particolarmente le condizioni climatiche molto calde.

Raccolta

Per ottenere i frutti del cappero, bisogna avere molta pazienza. Questo se seminata in primavera, periodo ideale marzo aprile, darà i suoi frutti a giugno dell’anno prossimo. Questo perchè è una pianta a crescita lenta. I capperi, che sono i bocci del fiore, si raccolgono la mattina ancora chiusi ed è importante raccoglierli prima che vadano in fiore. I capperi una volta raccolti vanno seccati e conservati sottaceto e sottostare cosi da non perdere il loro gusto naturale.

Ecco come coltivare i capperi in vaso così da averli sempre a disposizione per i nostri piatti più gustosi.

Consigliati per te