Ecco come coltivare con successo zucchine tenere e dolci e avere un raccolto da far invidia al contadino

Quale ortaggio più delicato della zucchina. Questa pianta fu portata per la prima volta dal Messico in Europa nel XVI secolo. Già gli Aztechi ne apprezzavano le caratteristiche e il sapore. In occidente, solo dopo molti anni si cominciò a scoprirne le caratteristiche organolettiche fino a diventare una regina nelle cucine.

Coltivare le zucchine è una delle attività agricole più semplici. Una pianta di zucchine può dare un raccolto abbondante per molti mesi. La soddisfazione di poter far crescere delle zucchine nel nostro giardino o addirittura in terrazza non ha prezzo. Basta seguire questa piccola guida economica e facile.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0, lo smartwatch di ultima generazione ad un prezzo incredibile.

SCOPRI DI PIU’

Smartwatch

Ecco come coltivare con successo zucchine tenere e dolci e avere un raccolto da far invidia al contadino. Scopriamo come coltivarle anche in vaso.

Posizione e semina

La scelta del luogo in cui posizionare le nostre zucchine dipenderà dalla necessità di una zona assolata. Le zucchine amano i climi miti (20°C minimo), per questo la semina deve avvenire in un luogo protetto tra febbraio e marzo. La messa a dimora, invece, o il trapianto delle piantine avverrà fino a maggio.

È molto importante scegliere un terreno favorevole alla crescita di questo ortaggio. Il terriccio dovrà essere ben dotato di vitamine, Sali minerali e una parte di compost biologico. In caso si vogliano piantare le zucchine in vaso, bisognerà procurarsi dei vasi profondi e abbastanza larghi. Al fondo del vaso si dovrà posizionare della ghiaia per consentire un giusto drenaggio dell’acqua.

Ecco come coltivare con successo zucchine tenere e dolci e avere un raccolto da far invidia al contadino

Per la messa a dimora sarà necessario creare delle piccole buche larghe abbastanza da contenere la piantina a distanza di 50cm minimo. Dopo aver inserito la piantina, pressare bene il terreno e irrigare.

È importante non irrigare mai le foglie e procedere con irrigazioni abbondanti. Questo permette di sconfessare la produzione di fiori maschi. Essi sono sterili, cioè non producono frutto e quindi non permetteranno di avere un buon raccolto.

Per sconfessare gli attacchi di afidi, produrre un decotto fai da te di ortica e irrigare la pianta con quel liquido. È molto importante, quando la pianta è abbastanza cresciuta, munirsi di paletti o stecche abbastanza lunghe dove la zucchina possa arrampicarsi.

Se compaiono primi frutti piccoli, gialli e bitorzoluti, sarà bene eliminarli e aspettare la seconda fruttificazione che sarà sicuramente migliore. Stessa cosa deve essere fatta con le foglie vecchie o bruciate. I fiori maschi devono essere eliminati, anche se non tutti. Essi si distinguono perché non sono attaccati alla zucchina.

Consigliati per te