Ecco come capire se il nostro cane ha problemi neurologici e i segnali che non dovremmo mai sottovalutare

Condividere le giornate con un cane è una delle esperienze più belle che la vita ci possa regalare. I cani sono animali decisamente intelligenti e sensibili e sono tra i pochi esseri viventi in grado di provare un affetto incondizionato. Purtroppo, però, non hanno il dono della parola. Si tratta indubbiamente di uno svantaggio se sospettiamo che abbiano qualche problema o che stiano soffrendo. In più i cani hanno un’innata capacità di sopportazione del dolore e spesso tendono a nasconderlo. Ma niente paura. Ecco come capire se il nostro cane ha problemi neurologici e i segnali che non dovremmo mai sottovalutare. L’osservazione sarà la nostra arma principale per salvaguardare la salute dei nostri compagni pelosi. E magari riusciremo a portarli dal veterinario prima che il problema si aggravi in maniera irrecuperabile.

Ecco come capire se il nostro cane ha problemi neurologici e i segnali che non dovremmo mai sottovalutare

I problemi neurologici del cane sono, purtroppo, più comuni di quanto molti pensano. Normalmente sono gli animali anziani a essere più esposti, ma anche i cani più giovani potrebbero soffrirne. E le cause possono essere molteplici. Si va dalle comuni emorragie, passando per malattie come meningite, rabbia e toxoplasmosi, fino ad arrivare a tumori e sindromi vestibolari.

Alcune di queste patologie possono essere contenute se riconosciute per tempo. Ecco perché è davvero fondamentale osservare attentamente i segnali che ci dà ogni giorno l’animale.

Uno dei più significativi è il modo in cui cammina. Se improvvisamente il cane inizia a camminare storto, oppure inciampa o trascina le zampe posteriori, dobbiamo indagare più a fondo. In questi casi è d’obbligo recarsi velocemente dal veterinario.

Attenzione anche al tremore. I cani possono tremare durante il sonno o, raramente, a causa del freddo. Se notiamo che Fido trema all’improvviso senza motivo, dovremmo sicuramente approfondire.

I cambiamenti nel comportamento e la diminuzione dell’olfatto

Altri due segnali forti di possibili problemi neurologici sono i cambiamenti del comportamento e la diminuzione delle capacità olfattive.

Un cane con problemi neurologici potrebbe diventare imprevedibile, sembrare stordito e passare in pochi secondi dall’apatia all’aggressività. Sono reazioni normali che l’animale usa come difesa per sopportare il dolore. Non le sottovalutiamo e monitoriamole costantemente.

Patologie al sistema nervoso potrebbero indebolire anche le abilità sensoriali dell’animale. Un segnale molto forte è quello della perdita dell’olfatto. Se l’animale non riconosce più gli odori e non reagisce a quelli che normalmente lo attraggono, è il momento di alzare il livello di attenzione. Per fare un ulteriore test potremmo provare a fargli annusare qualche spezia dall’odore deciso. In caso di assenza di reazioni è meglio recarsi dal veterinario di fiducia e iniziare a seguire il percorso diagnostico che ci consiglierà.

Approfondimento

Ecco le 4 razze di cane più delicate al Mondo che richiederanno grandi cure e attenzioni

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te