Ecco come calcolare la percentuale di sconto sui prezzi con un metodo facile, rapido e utilissimo durante i saldi

Tutti cercano sempre di far quadrare i conti e mantenere in perfetto equilibrio la propria contabilità. Ciò richiede particolari attenzioni e sforzi per far sì che i soldi che escono dalle nostre tasche non superino quelli che entrano.

Si tende dunque a guardare sempre le offerte in cerca di buoni affari, ad esempio assicurandosi tramite alcune app di acquistare al prezzo più conveniente.

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 5051 - 6566+

Clicca sull'età

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 50

51 - 65

66+

Clicca sull'età

Un occhio ben teso però anche verso gli sconti, soprattutto in tempo di saldi. Grandi occasioni in cui potremmo anche finalmente toglierci qualche sfizio che tenevamo da tempo.

Ecco come calcolare la percentuale di sconto sui prezzi con un metodo facile, rapido e utilissimo durante i saldi

Spesso i negozi esibiscono in vetrina cartelloni indicanti la percentuale di sconto che si applica. O, ancora, la riportano sulle targhette della merce.

Non sempre indicano quello che sarà il prezzo definitivo e ciò potrebbe mandarci un po’ in crisi nel valutare se affrontare o meno quella spesa.

Potrebbe seccarci dover chiedere ai negozianti di calcolare il costo derivante dallo sconto, tanto più se dovessero essere occupati.

Converrà dunque calcolarli da sé. Come molti ricorderanno, per calcolare una percentuale bisognerà moltiplicare il prezzo iniziale per il numero della percentuale e poi dividere per 100.

Spesso però questo procedimento potrebbe sfuggire, in più in assenza di calcolatrice rivelarsi poco agevole. Ebbene, c’è un metodo alla portata di tutti che consente di fare i calcoli mentalmente in men che non si dica.

Affrontare le percentuali sarà un gioco da ragazzi

Ecco come calcolare la percentuale di sconto sui prezzi con un metodo facile, rapido e utilissimo durante i saldi.

Dobbiamo considerare che il 100% si riferisce al prezzo intero. Le percentuali di sconto da applicare, invece a una parte di quel 100%. Dobbiamo immaginarlo come se fosse una torta da cui sottrarre delle fette di varie dimensioni.

Il 25% rappresenterà un quarto dell’intera torta, dunque più che compiere i vari passaggi matematici

converrà dividere il prezzo per 4. Sottrarremo poi il risultato al costo intero e avremo quello finale.

Ugualmente, per il 50% invece divideremo semplicemente per 2. Se si tratta di un super sconto del 75%, ricaveremo il 25% come detto prima e poi lo moltiplicheremo per 3.

Se si tratterà di un 30% possiamo muoverci invece in questo modo.

Traiamo prima il 10%. L’otterremo dividendo il prezzo iniziale per 10. Ad esempio, euro 200:10= 20. Rimarrà dunque il 90%, cioè 180 euro. Dividendolo per 3 otterremo il 30%, cioè 60 euro in questo caso.

Se lo sconto fosse minimo e ci dovesse servire il 5%, ricavato il 10% come detto sarà sufficiente dividerlo per 2.

Ragionando in questo modo, con numeri più piccoli, le percentuali non saranno più un problema e si calcoleranno in un battibaleno.

Approfondimento

Risparmiare soldi e sprecare meno sulla spesa con una mossa molto astuta

Consigliati per te