Ecco 7 comportamenti “sinceri” che il gatto adotta per dimostrare affetto e fiducia

Diversamente dai cani, i gatti sono animali più riservati, più complessi nel manifestare le loro necessità e tendono a nascondere le proprie emozioni. Essendo così discreti è importante comprendere il significato dei loro movimenti, non solo per capirli quotidianamente, ma soprattutto per intuire quando sono malati, perché tendono a mascherarlo bene.

Il linguaggio del corpo

I gatti per comunicare non usano solo il miagolio, ma soprattutto il linguaggio del corpo. Bisogna prestare attenzione alle orecchie, ai baffi, alla coda e agli occhi. Se le orecchie sono dritte sta in guardia e osserva quello che gli succede intorno, se invece le porta indietro è impaurito, se infine le appiattisce è proprio terrorizzato. I baffi invece sono ad arco quando è tranquillo, li porta in avanti quando è incuriosito da qualcosa e all’indietro quando vuole combattere. Se la coda è dritta e si muove è segno di saluto e felicità, se è bassa vuole attaccare, se è arricciata o addirittura nascosta il gatto ha paura. Gli occhi si assottigliano quando è desideroso di coccole e si dilatano quando ha paura.

Ecco 7 comportamenti “sinceri” che il gatto adotta per dimostrare affetto e fiducia

Tutti coloro che hanno un gatto si chiedono spesso se stanno facendo bene e se il loro amico è felice. È sempre discreto, a volte distaccato e questo non aiuta, ma bisogna smentire il luogo comune secondo il quale sono opportunisti e in cerca solo di cibo e comodità. Basta osservarli nel quotidiano e capire che sono molto “sinceri” nelle loro dimostrazioni d’affetto, in quanto queste sono istintive e quindi mai false.

Ecco 7 comportamenti “sinceri” che il gatto adotta per dimostrare affetto e fiducia:

  • porta animaletti morti e bisogna sempre ringraziarlo e fargli le feste;
  • fa le fusa che possono esprimere o semplice piacere o interesse; è invece amore se le fa quando è accoccolato sul padrone;
  • segue l’amico umano da una stanza all’altra quando vuole stargli vicino;
  • striscia tra le gambe e dà colpetti con la testa perché ha bisogno di contatto e attenzioni;
  • si mette a pancia in su perché si sente al sicuro ed è rilassato;
  • ha uno sguardo intenso con occhi fissi per dire “ti voglio bene”;
  • impasta con le zampe sul padrone quando si sente al sicuro; questi massaggi gli donano piacere e sono istintivi, in quanto li faceva sulla mamma.

La natura rende questi felini più indipendenti rispetto ai loro amici cani, ma questo non significa che non siano affettuosi e socievoli. A modo loro riescono ad instaurare un legame profondo e a mostrare fiducia e gratitudine se si sentono accolti e al sicuro. Non bisogna dimenticare, poi, che prendersi cura di un animale aiuta anche l’amico umano, quindi perché non andare in un gattile e adottare un bel gatto?

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te