Ecco 5 imperdibili segreti da conoscere per scegliere il pesce di qualità per le feste

Il tanto atteso momento di cene e cenoni natalizi è ormai alle porte e nei prossimi giorni in molti affolleranno pescherie e supermercati. Infatti tanti avranno già pensato con quale piatto di pesce sbalordire amici e parenti durante la cena della Vigilia, magari puntando su qualcosa di originale.

A tal proposito, potrebbero essere interessanti questi 3 sbalorditivi aperitivi e antipasti ottimi per le feste.

Tuttavia, se abbiamo ben chiaro quello che preparare, non sempre è così scontato sapere come acquistarlo. Infatti ecco 5 imperdibili segreti da conoscere per scegliere il pesce di qualità per le feste.

Trucchi del mestiere

A causa della grande richiesta di pesce che sarà fatta la prossima settimana potremmo correre il rischio di imbatterci in pesce non di prima scelta. Per essere in grado di riconoscere al meglio il pesce più fresco vogliamo fornire qualche consiglio.

Partiamo dai pesci da banco che esprimono la loro freschezza mediante 3 caratteristiche fondamentali. La prima è quella delle branchie che dovranno risultare ancora brillanti, di colore rosso vivo ed idratate. Se invece queste dovessero tendere al marrone, apparire disidratate con secrezioni mucillaginose, il pesce potrebbe non essere più fresco.

Altrettanto importante è valutare lo stato di integrità delle squame che dovranno apparire salde tra loro e, anche in questo caso, di colore acceso.

Ecco 5 imperdibili segreti da conoscere per scegliere il pesce di qualità per le feste

Sintomo di freschezza e qualità nel pesce, infatti è il colore vivace e brillante delle squame e la loro compattezza. Se in un pesce le squame dovessero apparire opache e poco salde, il pesce potrebbe aver superato il suo momento migliore.

Seguono poi gli occhi, dai quali possiamo capire in pochi istanti la freschezza del pesce. Questi dovranno risultare lucidi e convessi verso l’esterno e, anche in questo caso, di colore vivo. In particolare deve essere percepibile la trasparenza della cornea e la lucidità nella pupilla.

Odore e consistenza

È infine molto importante valutare l’odore del pesce e la sua consistenza. Partendo dall’odore questo non dovrebbe mai dare un’eccessiva suggestione di pesce ma piuttosto ricordare l’odore del mare. In sintesi se l’odore del pesce è molto forte, se non addirittura acre, questo potrebbe essere sintomatico di un pesce vecchio.

Concludendo è altrettanto importante valutare la consistenza del pesce che dovrà essere soda e consistente.

Approfondimento

Molti buttano i limoni spremuti non sapendo che valgono oro per queste funzioni

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te