Ecco 3 consigli a costo zero per ridurre le bollette senza patire il freddo

In questo periodo dobbiamo per forza accendere il riscaldamento, perché le temperature si stanno facendo davvero rigide. Allo stesso tempo, però, più scaldiamo e più le bollette lievitano. Dovremmo quindi cercare una maniera per abbassare l’importo delle bollette, senza però passare un inverno gelido.

Oggi daremo tre indicazioni utili che potrebbero aiutarci. Si tratta di accorgimenti che, se presi correttamente, ci dovrebbero far raggiungere l’obiettivo. Dunque, ecco 3 consigli a costo zero per ridurre le bollette senza patire il freddo.

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 5051 - 6566+

Clicca sull'età

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 50

51 - 65

66+

Clicca sull'età

Le cose fondamentali da fare

La prima cosa riguarda l’acqua con cui facciamo la doccia e laviamo i piatti. Cerchiamo di abbassare di un paio di gradi la temperatura dell’acqua, così ridurremo le spese necessarie a scaldarla. Questo è un consiglio utile soprattutto per chi ha una famiglia numerosa, e quindi si trova a dover “pagare” tante docce.

Nella grande maggioranza dei boiler attuali possiamo programmare la temperatura massima dell’acqua. Proviamo ad abbassarla di alcuni gradi e poi proviamo a capire se sia troppo bassa. Se lo è, alziamo un pochino. Andiamo avanti fino a quando abbiamo trovato una temperatura adeguata, ma un po’ più bassa di quanto fosse all’inizio. Questo ci farà già risparmiare qualcosa.

Ecco 3 consigli a costo zero per ridurre le bollette senza patire il freddo

Il secondo consiglio riguarda i termostati. Usiamo lo stesso stratagemma dell’acqua: abbassiamo un po’ la temperatura e vediamo se stiamo bene così. Se abbiamo troppo freddo, alziamo di un grado. Seguiamo questo procedimento per tutte le stanze della casa e dovremmo avere la temperatura adeguata dappertutto. Sia per i termostati che per l’acqua, è bene ripetere questo procedimento quando le temperature cambiano sensibilmente, ad esempio durante una settimana particolarmente fredda.

Anche il terzo consiglio è legato ai termostati, ed in particolare a quelli regolabili. Un comune suggerimento è quello di regolare i termostati in modo da stare spenti quando siamo fuori casa, ad esempio per lavoro. Poi, li programmiamo per accendersi poco prima del nostro arrivo. Questo è un ottimo stratagemma, ma non è sufficiente. Bisogna anche stare attenti a come li regoliamo quando siamo in casa.

Infatti molti di questi termostati hanno opzioni che permettono loro di tenere sempre la stessa temperatura della stanza. Questo a volte crea un continuo accendersi e spegnersi del termostato che consuma più energia del dovuto. Se possibile, quindi, evitiamo questa impostazione, ma cerchiamo soltanto di assicurarci un getto continuo di calore.

Chi invece è preoccupato per la spesa che dovrà sostenere a Natale può leggere questo articolo.

Consigliati per te