Ecco 2 interessanti metodi per conservare le melanzane a lungo più un importante consiglio

Il periodo estivo è quasi alla fine e i più accorti si staranno chiedendo come conservare la grande quantità di ortaggi che l’orto ha donato.

Farsi trovare preparati all’arrivo dei primi freddi è, infatti, un’ottima strategia per risparmiare denaro.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
La nuova friggitrice ad aria che amerai: zero odori, zero schizzi

SCOPRI IL PREZZO

Oil free

L’orto, infatti, ha regalato moltissimi ortaggi e in tanti si ritroveranno sommersi da chili di pomodori, zucchine, melanzane ma non solo.

Si tratta di una vera e propria ricchezza che non può essere sprecata. I pomodori potranno essere utilizzati per realizzare conserve o altri tipi di ricette con cui fare un figurone.

Nel presente articolo, però, si lasceranno da parte i pomodori per concentrarsi maggiormente sulle melanzane e sulla loro conservazione.

Infatti, è molto semplice scovare modi molto interessanti per conservare le melanzane per i periodi freddi.

Quasi tutti, infatti, decidono di congelare le melanzane fritte, grigliate o, perché no, crude.

Eppure, esistono altri modi per prepararsi all’inverno, quali una crema di melanzane e le melanzane sott’olio.

Ecco 2 interessanti metodi per conservare le melanzane a lungo più un importante consiglio

Si tratterà per prima della crema di melanzane, conosciuta anche come pesto di melanzane.

È un modo veloce per conservare le melanzane mantenendone il gusto unico.

Per prima cosa si consiglia di sterilizzare accuratamente i vasetti in cui si inserirà la crema di melanzane.

Lavare le melanzane, tagliarle a strisce e sbollentarle in acqua e aceto. Per le quantità si consiglia metà aceto e metà acqua.

In seguito, fare cuocere per circa mezz’ora le melanzane fino a quando non appariranno molto morbide. Utilizzare una forchetta per verificarne la morbidezza.

Una volta diventate morbide si consiglia di toglierle dall’acqua e farle raffreddare. Condire il tutto a piacimento con diverse spezie e un po’ di olio evo.

Trasferire la crema nei vasetti precedentemente sterilizzati, chiudere bene e sistemarli in un luogo fresco e asciutto.

Le melanzane così preparate si conserveranno per molti mesi ma, una volta aperte, dovranno essere consumate entro un paio di giorni.

Conservazione sott’olio

Un altro interessante modo per conservare le melanzane e prepararsi all’inverno è quello di metterle sott’olio.

La procedura è molto semplice, sarà sufficiente lavare le melanzane e tagliarle a fette.

Per eliminare acqua e sale in eccesso si consiglia di lasciare spurgare per circa un’ora. Nel caso in cui si volesse velocizzare prendere le fette di melanzane, sistemarle in un piatto e coprire con un altro piatto.

A questo punto infilare i piatti sotto alla gamba di una sedia e aspettare circa un quarto d’ora.

Il peso della sedia velocizzerà il processo di fuoriuscita di acqua e sale.

Passare poi le melanzane sotto l’acqua corrente per eliminare anche il restante sale in eccesso e sbollentare in acqua e aceto.

Scolarle e sistemarle in vasetti di vetro stratificandole e ricoprendole di olio. A piacimento aggiungere aglio o menta.

La durata delle melanzane sarà di circa un anno ma andranno conservate al buio e lontano dall’umidità.

Attenzione

Ecco 2 interessanti metodi per conservare le melanzane a lungo più un importante consiglio. Quando si aprono le melanzane controllare attentamente il coperchio del vasetto. Se dovesse apparire rigonfio annusare il contenuto. In presenza di odore sgradevole si consiglia di gettare via il tutto perché il rischio derivato dal botulino per la salute è reale.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te