Ecco 10 esercizi semplicissimi per dire addio a gambe gonfie e ritenzione idrica

Ci sono dei lavori che costringono a rimanere per molto tempo nella stessa posizione, seduta o in piedi. In entrambi i casi, a lungo andare, ci sentiremo le gambe stanche e gonfie. Inoltre, a causa della sedentarietà, tenderà ad accumularsi la ritenzione idrica, tanto antiestetica per il nostro corpo. Sicché, per contrastare questi fenomeni e mantenere in salute le nostre gambe, dobbiamo ritagliarci del tempo per rimediare. Ecco, dunque, 10 esercizi semplicissimi per dire addio a gambe gonfie e ritenzione idrica. Potremmo farli, sia durante la pausa, se siamo a lavoro, sia a casa.

Esercizi per le gambe gonfie

In particolare, ne indicheremo 5 specifici per le gambe gonfie e altri 5 per la ritenzione idrica. Partiamo da quelli del primo tipo:

  1. solleviamoci sulla punta dei piedi e ritorniamo a terra con il tallone, per 10/15 volte. In alternativa o in aggiunta, camminiamo sulle punte per 30 secondi;
  2. sdraiamoci o sediamoci e ruotiamo piede e caviglia prima in senso orario e poi antiorario, disegnando un cerchio. Ripetiamo l’esercizio per 10/15 volte;
  3. da sdraiati o seduti, distendiamo le gambe e flettiamo lentamente i piedi verso il corpo. Poi, allunghiamoli nella direzione opposta, ripetendo l’esercizio per 10/15 volte;
  4. sdraiamoci e pedaliamo prima in avanti in senso orario e poi all’indietro, per 10 secondi per ciascuna direzione. In questo caso, ripeteremo l’esercizio per 5 volte;
  5. sdraiamoci, distendendo le gambe. Poi appoggiamo la pianta dei piedi alla parete, quindi camminiamo lentamente all’indietro. Ripetiamo il movimento per 5 volte e poi riposiamoci, con i piedi in alto, per 10 minuti.

Ecco 10 esercizi semplicissimi per dire addio a gambe gonfie e ritenzione idrica

Indicati quali sono gli esercizi per attenuare il senso di gonfiore, passiamo a quelli specifici per contrastare la ritenzione idrica. In questo caso, va fatta una premessa. Il caldo di stagione, insieme alla sedentarietà e a inadeguate abitudini alimentari, accentuano i problemi alle gambe. Per questo, oltre agli esercizi, occorre seguire anche corrette abitudini alimentari. In proposito, si consiglia di bere molta acqua o tisane drenanti e disintossicanti, massaggiarsi le gambe e le caviglie. Inoltre, occorre fare docce fredde e camminare a passo svelto. Arriviamo, dunque agli esercizi drenanti. Si tratta di alcune posizioni dell’asana Yoga che aiutano a normalizzare la circolazione e rilassare i muscoli.

Esercizi contro la ritenzione idrica e la tonificazione   

Per eseguire questi 5 esercizi, occorre stare attenti ad abbinarli a respiri profondi e controllati.

  1. Da sdraiati, pieghiamo le ginocchia contro l’addome e abbracciamole. Poi, effettuiamo 5 respirazioni complete in questa posizione.
  2. Allunghiamo la gamba sinistra lasciandola a terra, poi solleviamo la gamba destra cercando di avvicinarla alla spalla. Afferriamo la caviglia e avviciniamo la fronte alla gamba, senza eccessivo sforzo. Poi, ripetiamo l’esercizio con l’altra gamba.
  3. Sempre da sdraiati, solleviamo entrambe le gambe a squadra. Inspiriamo ed espiriamo per 5 volte, sollevando anche le braccia, con il palmo delle mani rivolto verso l’alto. Mentre eseguiamo questo esercizio, facciamo attenzione a tenere le spalle ben appoggiate a terra e rilassate.
  4. Mettiamoci seduti a terra e uniamo le piante di piedi, tenendoli fermi con le mani. Poi, alziamo e abbassiamo le ginocchia, portandole vicine al pavimento.
  5. Mettiamoci in ginocchio, con il bacino a terra e tocchiamo i fianchi con i piedi. Nell’eseguire l’esercizio, distendiamo la schiena con il collo allineato alla spina dorsale.

Approfondimento

Come avere la pelle delle gambe perfetta in modo da poter sfoggiare minigonne da urlo per l’estate

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te