È un toccasana per muscoli e pressione questo ortaggio dell’inverno che tanti sbagliano a sottovalutare

Ogni periodo dell’anno ha i suoi frutti di stagione. In estate facciamo scorpacciate di pesche, fragole e ciliegie, mentre in inverno non ci facciamo mai mancare mele, banane e pere. Anche gli ortaggi non sono da meno e insieme alla frutta, fanno da protagonisti di piatti gustosi e salutari.

L’inverno è famoso per i piatti caldi, che donano sollievo nelle fredde giornate di vento, neve e pioggia. E quindi via libera a vellutate, zuppe e altri manicaretti ottimi per le rigide temperature e per il nostro organismo.

Ma l’inverno è famoso anche per un ortaggio particolare, spesso snobbato ma ricco di gusto e nutrienti.

Stiamo parlando del cardo, dalla forma simile al sedano e il sapore che ricorda quello del carciofo. Scopriamone le proprietà e vediamo come poterlo cucinare per delle ricette squisite.

È un toccasana per muscoli e pressione questo ortaggio dell’inverno che tanti sbagliano a sottovalutare

Il cardo contiene tantissima acqua, poche calorie e un ridotto quantitativo di grassi. È ricco di fibre, utili al corretto transito intestinale e di altri elementi fondamentali per il nostro benessere, come sottolineato da uno studio di Humanitas.

Infatti, la presenza di calcio e potassio ci fa dire che è un toccasana per muscoli e pressione questo ortaggio dell’inverno che tanti sbagliano a sottovalutare.

Gli esperti concordano nel ritenere che l’apporto di calcio sia utile nella contrazione e nel rilassamento muscolare. D’altra parte, è ormai riconosciuto che buoni livelli di potassio nel sangue favoriscano il mantenimento dei valori pressori nella norma.

Dopo aver scoperto i motivi per cui dovremmo consumare i cardi in inverno, vediamo anche come poterli sfruttare in cucina.

Come cucinarlo

Per prima cosa, non possiamo sottovalutare la pulizia dei cardi. Proprio perché non si tratta di un’operazione estremamente agevole, in un precedente articolo abbiamo fornito qualche suggerimento.

Dopo averli puliti accuratamente, pensiamo a come cucinarli. Gratinati e cotti al forno, in pastella e fritti come suggerisce la più antica tradizione siciliana o semplicemente bolliti, sono soltanto alcuni tra tanti modi.

Non solo contorni più o meno salutari, il cardo è ottimo anche per deliziosi secondi, realizzando dei veri e propri sformati.

Ad esempio, possiamo prepararne uno a base di parmigiano, cardi e patate, da cuocere al forno in non più di 30 minuti. Anche il prosciutto può fungere da ingrediente perfetto per uno sformato originale, dove il cardo prende il posto delle classiche melanzane o zucchine.

Come sempre, basta un po’ di fantasia e riusciremo a realizzare piatti deliziosi, facili e soprattutto alleati del benessere.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te