E tu sai come mangiare correttamente l’avocado?

E tu sai come mangiare correttamente l’avocado? Sicuramente, col passare del tempo, questo frutto sta trovando sempre più posto sulle tavole degli italiani. Ma proprio per questo, in pochi sanno come mangiare correttamente l’avocado, come conservarlo e, soprattutto, quando mangiarlo onde evitare che sia troppo maturo o acerbo. Quindi, sai come mangiare correttamente l’avocado? Scoprilo leggendolo questa breve serie di consigli.

E tu sai come mangiare correttamente l’avocado?

Come capire quando l’avocado può essere mangiato

Per capire se questo frutto è pronto per essere consumato, bisogna prima di tutto esercitare una lieve pressione sulla buccia. Se risulta troppo duro, è meglio conservarlo fuori dal frigo. Attenzione a non metterlo al suo interno se acerbo, meglio disporlo all’interno del classico cestino per la frutta. Quindi, procedere a conservarlo lì per all’incirca tre giorni, controllandolo e tastandolo a più riprese nel corso di questo lasso di tempo. Se la buccia cede senza che le dita lascino alcuna impronta, allora il frutto è abbastanza maturo per essere consumato. Potrebbe accadere, invece, che le dita lascino eccome il segno. In questo caso, il frutto è maturato eccessivamente ed è quindi preferibile utilizzarlo per preparare salse (la guacamole, ad esempio) o mousse.

Crudo o cotto?

Preferibilmente, crudo. Quando cotto, infatti, l’avocado assume un sapore amaro.

Come tagliarlo?

Per il lungo a metà, prestando attenzione al nocciolo, che deve essere poi eliminato con l’aiuto di un cucchiaino. In seguito, bisogna tagliarlo a spicchi e pelarlo con l’aiuto di un coltello abbanza affilato.

Come è preferibile consumarlo?

Questo frutto si presta alla preparazione di numerose portate, quali insalate, nelle quali può essere inserito a tocchetti. In questo caso meglio condirlo con sale e limone. Un esempio? Insalata con avocado, feta e lime grigliato. Una vera squisitezza! Altrimenti, perché non provarlo su toast assieme ad un uovo in camicia o anche per preparare una tartara di verdure, dei crostini o degli spiedini con gamberi e avocado. Questi, chiaramente, sono solo alcuni esempi dei piatti che possono essere preparati utilizzando (anche) questo frutto.

Per approfondire E tu sai come mangiare correttamente l’avocado?

Avocado, ecco perché non butterai più il nocciolo

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te