È sufficiente questo semplice ed economico segreto per pulire la grattugia del formaggio e farla tornare subito come nuova

Ci sono oggetti della cucina che usiamo quotidianamente, o quasi, tanto da farlo ormai in maniera meccanica. Spesso essi entrano in maniera indiretta in moltissime ricette. Pensiamo alla noce moscata. Quante volte la vediamo come ingrediente, sapendo benissimo che non verrà usata intera? Stessa cosa dicasi per il Parmigiano o il Grana. Questi due buonissimi formaggi, infatti, ben difficilmente vengono usati a pezzi, pezzotti o pezzettini.

Questi sono solo i primi due esempi che vengono in mente quando pensiamo a degli alimenti che quasi sempre necessitano di uno strumento particolare. Spolverare è il verbo che usiamo quando vogliamo dare un tocco magico alla ricetta. Grattugiare, invece, è il termine più prosaico. Quello più pratico, che indica come per noce moscata e Parmigiano serva un fondamentale oggetto.

Stiamo ovviamente parlando della grattugia, un attrezzo indispensabile per la cucina. Sia i master chef che i cuochi della domenica ne posseggono almeno una. Poi, chiaramente, ne esistono di varie dimensioni. Pensiamo a quella minuscola della noce moscata, che fa dannare chi ha le dita grosse, o alle tante versioni di quella per il Parmigiano.

È sufficiente questo semplice ed economico segreto per pulire la grattugia del formaggio e farla tornare subito come nuova

In tutti i casi, però, sussiste il problema della pulizia. Soprattutto in quella a maglie più fitte. Spesso l’acqua corrente non basta, i residui si vanno a depositare nelle strettissime canaline e diventa molto complicato rimuoverli.

Se poi ne utilizziamo una soltanto per diversi cibi, diventa fondamentale pulirla bene, per non andare a compromettere gli usi successivi. Se, infatti, la grattugia della noce moscata ha molto spesso un solo uso, quella per il Parmigiano può essere adoperata in altre occasioni. Per il limone, per il pane secco, per lo zenzero o, semplicemente, per altri tipi di formaggio diversi dal Grana. Pensiamo, per esempio, al Gavoi.

Di conseguenza, pulire bene ogni interstizio diventa una necessità. Uno dei metodi più efficaci lo andremo a descrivere tra pochissimo. Chiaramente, si raccomanda un’assidua pulizia subito dopo l’uso, soprattutto se se ne possiede una sola per più cibi. Acqua corrente e detersivo neutro per i piatti, però, non sempre bastano. Soprattutto quando grattugiamo formaggi come il Parmigiano o il Grana, che sono piuttosto pastosi.

Un metodo veloce, economico ed efficace da utilizzare è quello di metterla in freezer per una mezz’ora circa. Così facendo, i residui si induriranno e sarà sufficiente far scorrere dell’acqua calda sopra di essi per vederli sciogliersi come neve al sole.

È sufficiente questo semplice ed economico segreto, quindi, per far tornare come nuova la nostra grattugia. Sia che abbia interstizi particolarmente stretti, sia che ne abbia di leggermente più ampi. Congelarla e rimuoverli con l’acqua calda sarà il metodo più efficace per vederla tornare a splendere.

Lettura consigliata

Come scegliere tra Grano Padano e Parmigiano Reggiano

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te