È sorprendente quello che fanno cani e gatti prima che il veterinario li sopprima

Chi ama gli animali ben conosce il particolare tipo di legame che si instaura con quelli domestici dopo anni in cui ci si abitua alla loro presenza costante. Quel che forse molti proprietari dei cari quadrupedi non sanno riguarda per lo più il momento in cui ci si reca dal veterinario per donare una dolce morte. Ed è sorprendente quello che fanno cani e gatti prima che il veterinario li sopprima con un’iniezione che porrà termine alla loro esistenza. Chi possiede animali domestici e gode della loro compagnia si reca dal veterinario per le più svariate ragioni. Lo stato di salute e il benessere di cani e gatti rientra di solito fra gli interessi più importanti di quanti amano ospitare in appartamento gli animali.

In precedenza ci siamo anche occupati dei costi che mensilmente si devono sostenere per mantenere gli animali di compagnia. Esistono inoltre alcuni soggetti che non riescono assolutamente a fare a meno della presenza di un quadrupede. Rimandiamo pertanto il Lettore curioso all’articolo “Come ottenere la detrazione di 1.000 euro per il mantenimento del cane. Ma al di là di possibili sgravi fiscali analizziamo perché davvero è sorprendente quello che fanno cani e gatti prima che il veterinario li sopprima. Conoscendo le reazioni dei nostri animali potremmo in tal modo porre rimedio a quanto spesso accade a nostra insaputa nello studio veterinario.

È sorprendente quello che fanno cani e gatti prima che il veterinario li sopprima

Quando un quadrupede invecchia e si ammala spesso si impone la necessità di ricorrere all’eutanasia per evitargli inutili sofferenze. Altrettanto di frequente accade che non si abbia la forza d’animo sufficiente ad assistere al momento in cui il veterinario effettuerà l’iniezione. Ciò equivale a dire che il nostro amato animale da compagnia si ritrova accanto ad un camice bianco proprio quando smette di vivere. Dalle testimonianze di molti veterinari veniamo a sapere che pochi istanti prima di morire cani e gatti ricerchino disperatamente con gli occhi i loro padroni.

Come se presentissero che in pochi istanti verrà meno la forza vitale, si guardano attorno con disperazione in cerca di una presenza familiare. E ciò lo si nota anche in quegli animali che ormai quasi ciechi per la vecchiaia non vedono che ombre e tuttavia muovono il capo per scorgere il proprietario. Poiché è sorprendente quello che fanno cani e gatti prima che il veterinario li sopprima resta un gesto doveroso assicurare la propria presenza in simile circostanza. Non bisogna pertanto privare l’animale del conforto che può derivargli dal sentire le nostre mani sul suo corpo negli istanti del trapasso.

Consigliati per te