É questo il metodo migliore e più sicuro per conservare le vongole, cotte o fresche, ed averle sempre pronte all’uso

Piccole, saporite e sempre perfette ad ogni occasione, le vongole fanno impazzire tutti. Questi molluschi molto apprezzati nella cucina italiana, e non solo, sono molto utilizzati ma non sempre vengono conservati nel modo più idoneo.

Non bisogna mai dimenticare che si tratta di ingredienti di mare molto delicati e che necessitano di una conservazione specifica per garantire la sicurezza dell’alimento.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Non capita così raramente, infatti, di commettere errori grossolani e banali che rovinano molluschi e pesci in un attimo.
Ad esempio, in “Probabilmente è l’errore più clamoroso e banale che tutti, o quasi, commettono con le alici”, si mostra ai Lettori un’abitudine comune che dovremmo evitare assolutamente.

Per cucinare il pesce in modo perfetto, invece, cliccare qui.

In questo spazio, la Redazione vuole svelare le tecniche di conservazione delle vongole più efficaci per non perderne il sapore e le proprietà.

É questo il metodo migliore e più sicuro per conservare le vongole, cotte o fresche, ed averle sempre pronte all’uso

Mantenere la freschezza delle vongole, per più giorni, scongiurando il pericolo di sentirsi male è possibile. Basta seguire questo metodo composto da regole e dritte semplicissime che garantiscono ottimi risultati.

Con le vongole appena acquistate ma da consumare entro un paio di giorni, basta conservarle in frigorifero non pulite.
L’acqua presente nel guscio riuscirà a mantenerle vive più a lungo e quindi garantire una freschezza più duratura.
Sono molte le persone che, una volta giunti a casa, tolgono la retina in cui sono state raccolte le vongole. Si consiglia, invece, di non aprire la retina. Stando più strette e vicine si apriranno con molta più fatica.

Le vongole fresche si possono anche riporre in freezer e congelarle.
Occorrerà lavarle per un paio di minuti sotto l’acqua corrente. Poi, immergerle in una pentola di acqua fresca con cinque cucchiai di sale e lasciarle in ammollo per qualche ora. Una volta spurgate, le vongole andranno lavate nuovamente e immerse ancora in acqua e sale. Dopo altre 3 ore, sciacquarle bene e inserirle in un barattolo o un sacchetto per alimenti. Chiuderle e congelarle. In questo modo le vongole si potranno conservare per una ventina di giorni.

Per quanto riguarda le vongole cotte, invece, la conservazione in frigo è possibile. Basta inserirle in un contenitore a chiusura ermetica con il sughetto di cottura. In questo modo, dopo un paio di giorni, le vongole risulteranno ancora freschissime.
Il contenitore a chiusura ermetica può essere anche riposto in freezer. La tenuta sarà di un mese. All’occorrenza basterà solamente riscaldarle.
Una sola raccomandazione: mai congelarle per la seconda volta.

Dunque, è questo il metodo migliore e più sicuro per conservare le vongole, cotte o fresche, ed averle sempre pronte all’uso.

Consigliati per te