È questa la rarissima caratteristica del pelo che potrebbe rendere il nostro gatto unico e molto speciale

Qualunque padrone di un gatto ama il suo amico alla follia. Come un genitore col figlio, non si può non pensare che il proprio felino sia speciale e unico. La verità è che a volte è proprio così. Indipendentemente dalla razza o dalla provenienza, ci sono esemplari che si distinguono per caratteristiche davvero bizzarre.

Molti sono i padroni che si ritrovano ad aver adottato un esemplare molto particolare. È il caso, per esempio, del gatto lupo selezionato da una mutazione spontanea del pelo. Oggi, però, non parleremo di una razza, ma di una particolarità che solo pochissimi gatti posseggono.

È questa la rarissima caratteristica del pelo che potrebbe rendere il nostro gatto unico e molto speciale: li chiamano gatti chimera o bifronte e tra poco scopriremo il perché.

Diventati famosi grazie a Facebook e Instagram

Prima dell’avvento dei social non se ne conosceva l’esistenza. Tuttavia, non è che i gatti chimera non esistessero. Ma è grazie alla prima foto postata online che oggi tutti riconoscono il viso del gatto bifronte. Perché è proprio guardandoli in volto che ci si accorge della loro rara caratteristica.

Questi gatti, infatti, hanno la faccia di due colori. A questo punto si potrebbe pensare che tantissimi gatti hanno la faccia bicolore o addirittura tricolore. Ma in questo caso è come se il gatto avesse due facce. Si definisce gatto chimera, infatti, quell’esemplare che mostra il pelo del corpo o del viso perfettamente diviso a metà da due colorazioni completamente diverse.

In questi soggetti si evidenzia una linea molto netta tra la parte sinistra e la parte destra del corpo. È come se in un gatto solo ne convivessero due. Ma com’è possibile che ciò accada?

È questa la rarissima caratteristica del pelo che potrebbe rendere il nostro gatto unico e molto speciale

La spiegazione esiste ed è arriva dalla scienza. I gatti chimera nascono da due embrioni separati che si fondono nella pancia della mamma. Questo è il motivo per cui hanno due DNA differenti che si mantengono in un solo essere. Alla nascita, però, questa caratteristica è poco visibile. Quindi, chiunque potrebbe adottare un gatto apparentemente normale per poi trovarsi qualche mese dopo con un gatto chimera.

Spesso anche gli occhi possono avere colore differente. Secondo alcuni studi fatti sugli esemplari chimera dimostra che questa caratteristica è scritta nei loro geni. L’ereditarietà è trasmessa, però, solo dalle femmine. Al contrario, i gatti chimera maschi sono spesso sterili e quindi incapaci di procreare.

Finiamo col dire che i gatti con DNA chimerico sono moltissimi. Spesso, però, la mutazione non è così chiara come per gli esemplari le cui foto troviamo su internet. L’unico modo per scoprire se ne abbiamo adottato uno è un test del DNA.

Approfondimento

4 razze di gatto ideali per la vita d’appartamento dal carattere docile e tranquillo.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te