È questa la città coi supermercati in cui si risparmia di più secondo una recente indagine

Una recente indagine di Altroconsumo, associazione a tutela dei consumatori con sede a Milano, svela la città più conveniente per fare acquisti al supermercato. Per farlo ha registrato 1.6 milioni di prezzi di prodotti alimentari, per la cura della casa e della persona e di pet food in 70 città italiane presso 1.148 punti vendita.

Secondo i dati Istat risalenti all’anno 2020, ogni italiano spende mediamente 6.853 euro l’anno. Una somma che in alcune zone della Penisola potrebbe abbassarsi vertiginosamente. Sono quei posti in cui sono presenti supermercati particolarmente economici.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Aloe Vera Slim, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Aloe Vera Slim

È questa la città coi supermercati in cui si risparmia di più secondo una recente indagine

Al primo posto delle città più convenienti in cui recarsi al supermercato svettano Rovigo e provincia. Lì, il risparmio possibile sarebbe di fino a 1.720 euro l’anno e cioè del 20% rispetto alla statistica Istat sopra riportata. L’importante è scegliere i punti vendita più economici della zona invece di quelli più cari. Quindi, è questa la città coi supermercati in cui si risparmia di più secondo una recente indagine.

Al secondo posto ci sarebbero Reggio Emilia e Modena, con un risparmio annuo stimato di 1.523 euro in media. Al terzo, Brescia e Ravenna parimerito con ben 1.400 euro di risparmio medio stimati.

I punti vendita più convenienti segnalati dall’inchiesta sono i due negozi Rossetto in provincia di Brescia e Rovigo e un punto vendita Emisfero sito a Vicenza. Il Triveneto si rivela ancora una volta una delle zone in cui ci sono i punti vendita più convenienti d’Italia.

Al Centro-Sud la mancanza di concorrenza rende la situazione più complicata

L’indagine di Altroconsumo segnala un forte divario tra le città del Centro-Sud e quelle del Nord. Le prime offrirebbero un risparmio massimo del 2% (circa 100 euro), anche se ci si reca presso i supermercati più economici. Città come Potenza, Pesaro, Pistoia, Sassari, Reggio Calabria e Foggia sarebbero tra le più care di Italia in merito ai prodotti riportati.

Cos’è cambiato con la pandemia?

Oltre ad avere svelato le città italiani in cui è più o meno conveniente acquistare nei supermercati, Altroconsumo ha indagato sull’aumento del costo medio di alcuni prodotti nel corso della pandemia. Il prezzo della farina è a +27% rispetto a due anni fa e quello della passata di pomodoro è a +22%.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te