È possibile sostituire le proteine della carne? Ecco la risposta della scienza

È possibile sostituire le proteine della carne? Ecco la risposta della scienza che i nostri Esperti spiegano su Pdb. Facciamo un passo indietro, prima di iniziare, come accade nei film con i flashback. L’OMS stessa dichiara che bisogna limitare il consumo di carni rosse e, soprattutto di quelle conservate. Le carni bianche sono meno dannose a fegato e intestino, ma bisognerebbe avere la certezza che gli animali venissero allevati a terra. Detto questo, entriamo subito nei particolari.

Le proteine sono fondamentali

Le proteine, come abbiamo spesso spiegato su queste colonne, sono fondamentali per il nostro organismo. La carne è ovviamente il veicolo principale di assunzione proteica, ma non l’unico. Non dimentichiamoci di: pesce, uova, formaggi e legumi solo per citare le alternative primarie.

Le fonti proteiche vegetali

Ci sono intere popolazioni mondiali abituate, per povertà o per tradizione, a crescere con le proteine vegetali. Pensiamo al tofu e al tempeh, ma anche alla soia, ai cereali e ai legumi. E, ancora al farro e alla quinoa, che, ampio spazio si stanno conquistando anche sulle nostre tavole. È possibile sostituire le proteine della carne? Ecco la risposta della scienza, utilizzando tutti i doni di madre matura.

Varianti importanti

Va fatta una premessa importante: se non siamo vegetariani o vegani, la scelta di non mangiare carne o pesce sono varianti importanti alla nostra dieta. Possiamo seguire settimanalmente delle diete vegetariane o prive di carne, introducendo proteine alternative al fabbisogno fisiologico. La stessa OMS ricorda di assumere la frutta secca, di unire verdura fresca a quella cotta, anche nello stesso pasto. Utilizziamo l’olio extra vergine, preferendolo al burro e non facciamoci mancare nemmeno i formaggi stagionati, ma con equilibrio.

Una sera a settimana

Molte diete prevedono infatti che, almeno una sera a settimana, ci concediamo una cena a base di sole verdure e frutta. Bene anche i cereali integrali. Questa ricchezza di fibre e vitamine consente al nostro organismo letteralmente di fare un percorso depurativo importante. Ne trae vantaggio il metabolismo, e, con esso, la circolazione, la pressione, il cuore e il cervello. Una piccola spa di benessere dedicata ai nostri preziosi organi interni che ci sostengono ogni giorno!

Approfondimento

Preparare due piatti unici a base di ceci, diversi tra loro, ma uguali nel gusto

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te