È meglio l’acquisto o il comodato d’uso per la macchina del caffè?

È meglio l’acquisto o il comodato d’uso per la macchina del caffè?

In questa mini guida, cerchiamo di capire con voi se è meglio l’acquisto o il comodato d’uso per la macchina del caffè. L’usanza di una chiacchiera davanti ad una buona tazzina di caffè è ben radicata nelle nostre origini italiane.

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 5051 - 6566+

Clicca sull'età

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 50

51 - 65

66+

Clicca sull'età

Una piacevole e gustosa pausa in casa, in ufficio o al bar, che regala due minuti di relax. Con l’avvento delle macchine del caffè, che hanno surclassato il tradizionale caffè “in moka”, la scelta del modello e delle modalità d’acquisto sembra effettivamente difficile.

Comodato d’uso, pregi e difetti

Una soluzione principalmente scelta dalle aziende, il “comodato d’uso” è una comoda possibilità di ottenere una macchina del caffè praticamente gratis.

Questo perché il comodato d’uso può essere definito anche come un “contratto di prestito”. In questo modo un comodante consegna al comodatario un bene mobile, in modo che possa utilizzarlo per un determinato periodo di tempo.

Il bene, poi, deve essere restituito alla scadenza del contratto. Per chi riceve il bene la convenienza è ottima, in quanto non dovrà spendere soldi per il prestito che il comodante ha deciso di effettuare.

Attenzione al trucco

Ovviamente anche l’azienda produttrice deve ricevere il suo guadagno in tutto questo. Come?

L’utilizzo della macchina sarà completamente gratuito ma, dovrete acquistare il prodotto, quindi il caffè, solo ed esclusivamente dall’azienda che vi ha fornito la macchina stessa.

Due modalità d’acquisto

  • cifra minima di spesa al mese;
  • cifra libera.

Macchina caffè in comodato d’uso, i costi definitivi

Nel caso in cui decideste di acquistare la macchina sono stati calcolati questi costi:

  • macchina professionale: supponiamo 200 euro;
  • Costo per cialda: circa 0,25 euro;
  • Zucchero, bicchieri di carta: 126 euro l’anno;
  • Filtri anticalcare: 27 euro l’anno;
  • Manutenzione: 80 euro;
  • Spese di consegna con contrassegno (se ordinata online): 168 euro

Ovvero, in media ogni caffè verrebbe a costarvi 0,42 euro + Iva. Sempre in ufficio, con l’utilizzo invece di una macchina per il caffè in comodato d’uso spendereste invece solo i soldi delle cialde.  Quindi calcolando che, in media, una cialda con questo sistema costa 0,38 euro cadauna spendereste circa 693 euro l’anno diviso il numero di persone che la utilizzano.

Se “È meglio l’acquisto o il comodato d’uso per la macchina del caffè?” vi è stato utile, leggete anche “Sai cos’è la torta dodici cucchiai? Ecco un dolce facile e veloce da preparare

Consigliati per te