È incredibile cosa ci stanno mettendo nel pane

È incredibile cosa ci stanno mettendo nel pane: spinaci, legumi, ceci, amaranto e persino il caffè, quando è ancora una pianta. Sono le materie prime che compongono le nuove farine vegane, ricche di nutrienti.

Sono impiegate soprattutto per la panificazione, ma non solo. Noi del Team di Esperti di Proiezioni di Borsa siamo andati alla ricerca dei cibi che sempre più le conterranno.

Le farine vegan che “sfrattano” il frumento dal pane

Quando mangiamo una fetta di pane integrale acquistato dal fornaio, pensiamo che sia prodotto con farina di frumento. E invece lo è sempre di meno.

Perché il frumento alza il picco glicemico, incrementa l’obesità e il diabete. Basta dare un’occhiata al cartello esposto sullo scaffale del nostro fornaio. Dentro l’impasto del pane scuro, entrano sempre di più le farine ricavate sia dai cereali che dai legumi, ma anche da altri vegetali.

All’estero, in particolare, le farine raffinate si usano sempre di meno. Sono molto in voga le farine di ceci, broccoli, spinaci, cicoria, amaranto, quinoa e canapa. Con alcune si può fare di tutto, dai biscotti alle polpette. Perché non provarle quando facciamo il pane in casa? Ecco una ricetta che richiede metà tempo.

La farina di caffè che sa di cacao

La farina di caffè è di color terracotta: si ottiene dallo scarto del frutto, ancora verde. La drupa, che una volta si gettava via, ora viene lavata, selezionata, essiccata e macinata.

Il risultato è un prodotto che somiglia, per colore e sapore, al cacao. Possiede ferro e potassio in quantità, più delle banane. È a basso contenuto calorico e priva di glutine.

Rallenta l’assorbimento di zucchero nell’organismo. Questa farina è perfetta per finire nell’impasto dei biscotti gluten free. Ma non solo: negli USA è impiegata per fare il pane, la pasta, i gelati.

I tramezzini col pane al broccolo

Negli USA va molto il pane prodotto con farina di ceci al 75%, mescolata al frumento, che assicura la panificabilità.

A Londra la maggior parte dei tramezzini che si vendono per il lunch in ufficio è fatto, invece, di farina al broccolo. Che oltre ad avere un buon sapore, ci mantiene in salute: fornisce un elevato apporto di vitamine B, C, E, potassio, calcio, ferro. Inoltre, aiuta a prevenire il tumore del seno, il tumore del colon, quello della vescica e della prostata.

Le farine moderne, insomma, non ci fanno rimpiangere troppo quelle tradizionali.

Consigliati per te