È il libro giusto da regalare dopo una delusione sentimentale per imparare l’amore per se stessi

La fine di una storia d’amore è sempre dolorosa e getta nello sconforto. D’improvviso viene a mancare un punto cardine della nostra vita e sembra lasciare dietro sé tutto in macerie. È come se si dovesse ricominciare totalmente daccapo, arriva quindi il momento di ricostruire. Soprattutto è necessario ricostruire se stessi, ritrovarvi fiducia, amore e stima. In queste azioni, fedele e sincero alleato, può essere un libro capace realmente di trasmetterci tale messaggio riorganizzando le nostre convinzioni circa l’amore.

L’opera

L’arte di amare di Erich Fromm è il libro giusto da regalare dopo una delusione sentimentale per imparare l’amore per se stessi. Lo psicanalista Erich Fromm (1900-1980) ha scritto quest’opera nel 1957 e, nonostante la distanza di tempo, rimane profondamente attuale.

L’autore indaga quello che è l’amore, lo presenta come una necessità dell’uomo ma, grande novità, come un qualcosa da apprendere. L’amore diventa un’arte e, al pari delle altre discipline artistiche, va appreso su due piani, teorico e pratico, così come illustrato dalla divisione interna del saggio.

È il libro giusto da regalare dopo una delusione sentimentale per imparare l’amore per se stessi

Erich Fromm ci consente di ripensare totalmente l’amore, fornendocene una versione più sana e pura, la sua è una visione potente. Acquisisce importanza l’amare più che l’essere amati e, di conseguenza, il dare all’altro senza attendere nulla in cambio. Tutto fatto per il semplice piacere di farlo, una concezione che oggi probabilmente si è un po’ persa.

Altro punto chiave è che l’amore debba nascere non per colmare la solitudine, ma perché si avverte reale bisogno dell’altro. Un altro con cui sentirsi un’unica cosa, voluto così com’è, senza volergli imporre cambiamenti o porre ostacoli ai suoi progetti. L’arte di amare è per Fromm desiderare il meglio per la persona vicina e avere verso la stessa trasporto e slancio altruistico.

Una concezione dunque molto elevata e certo non sempre semplice da esercitare. Tanto più se consideriamo che per lo psicanalista vi è un passo preliminare da compiere: imparare a stare da soli e ad amare se stessi. Questo è l’unico modo per donarsi e donare all’altro senza compromissioni. Amare il partner infatti non deve mai significare non amare e non avere rispetto per se stessi.

L’arte di amare è una lettura purificatoria, che ci consente di mettere meglio a fuoco le relazioni passate e future. Ma soprattutto ci insegna a investire in primis su noi stessi, poiché dobbiamo essere il punto di partenza di qualsiasi amore. Amare noi stessi ci rende forti da soli ma anche in coppia, significa stabilire un equilibrio interiore in grado poi di influenzare positivamente ogni aspetto della nostra vita, dobbiamo ricordarlo soprattutto quando siamo a pezzi.

Segnaliamo altri consigli per i lettori: 7 innegabili vantaggi del possedere un eReader che ogni lettore dovrebbe valutare e ecco 3 dei libri più belli della storia da leggere assolutamente almeno una volta nella vita

Consigliati per te