blank

È decisamente il loro momento ma sono meglio le castagne o i marroni

Sembrano simili, ma non lo sono. Castagne e marroni sono le star del momento: nei giorni di San Martino il profumo delle caldarroste invade l’aria. Peccato però che, a causa della pandemia, non possiamo gustarle appena fatte sui tradizionali banchetti. In questo articolo dei nostri Esperti, andiamo a vedere le principali differenze di questi due frutti, caratteristici di questa stagione. È decisamente il loro momento ma sono meglio le castagne o i marroni e quali sono le principali differenze tra loro.

La prima differenza

La prima differenza sta proprio nella pianta in sè stessa. Il castagno ha infatti origini millenarie ed è di natura selvatica. Già dalla preistoria, l’uomo primitivo lo utilizzava come alimento, soprattutto nei periodi di carestia. Nei secoli successivi l’uomo imparò talmente ad apprezzarlo, da ricavane anche la farina, preparando minestre, polente e focacce. La castagna è decisamente più piccola e tondeggiante, mentre il marrone è più grande e voluminoso.

SCOPRI L'OFFERTA SPECIALE
Acquista ora XW 6.0 dal sito web ufficiale

CLICCA QUI

Smartwatch

Il marrone nasce dopo

Il marrone non è una pianta naturale, ma il frutto di vari innesti e incroci messi in atto dai coltivatori. Il marrone viene considerata una coltivazione quindi a parte rispetto al castagno ed è di qualità decisamente superiore. Anche grazie al lavoro messo a punto negli anni dall’uomo. Il marrone però, a differenza della castagna, a causa della sua buccia molto spessa, può contenere solo 3 frutti contro i 5/6 di media della castagna. Una volta aperto poi il marrone presenta una pellicola interna molto più sottile e semplice da togliere.

Diversi usi ma identico piacere

E decisamente il loro momento ma sono meglio le castagne o i marroni, e la risposta può sicuramente venire dalla cucina. I marroni con loro sapore più raffinato e mieloso si adattano meglio alla pasticceria. Tipico esempio: i marron glacés, ma anche qualche prelibato primo alla francese. Dal canto loro, invece le castagne, meno saporite e più intense, risultano perfette per la classica castagnata col vino. Da considerare, infine che entrambi hanno un importante utilizzo nell’industria della cosmetica, risultando benefiche per la protezione della pelle.

Approfondimento

Ok alle fette biscottate per dimagrire ma quante bisogna mangiarne per non ingrassare

Consigliati per te