È davvero straordinaria la ragione per cui quando si ascolta la musica vengono i brividi secondo la scienza

Sarà capitato a molti di sentire la pelle d’oca durante l’ascolto di un brano musicale particolarmente bello e coinvolgente. Questo fenomeno, che sul piano evolutivo non sembra avere un significato preciso, dice molto sul valore che l’uomo attribuisce al gusto estetico. Diversi studi si sono occupati di trovare una risposta a questo particolare fenomeno. È davvero straordinaria la ragione per cui quando si ascolta la musica vengono i brividi secondo la scienza e di seguito vediamo di cosa si tratta.

Come reagisce il corpo alla musica?

Sappiamo ormai da tempo che la musica può produrre sul cervello numerosi effetti benefici. Si parla non a caso di terapie centrate sull’utilizzo della musica per modulare alcuni stati patologici anche di grave entità come la demenza ad esempio. Ebbene, non tutti gli effetti della musica sul corpo e sul cervello sono spiegabili attraverso una chiara connessione evolutiva. È il caso della pelle d’oca e dei brividi che si verificano durante l’esposizione a particolari tonalità musicali. Come mai l’ascolto di un brano fa venire i brividi ad una persona e su di un’altra non fa alcun effetto? Cosa determina questa differenza? È davvero straordinaria la ragione per cui quando si ascolta la musica vengono i brividi secondo la scienza. Una spiegazione la fornisce lo studio condotto da alcuni ricercatori americani che si sono focalizzati sulla connessione tra i circuiti cerebrali della ricompensa e le funzioni prosociali.

Cosa succede al cervello quando spunta la pelle d’oca durante l’ascolto musicale

I ricercatori hanno utilizzato la musica nel loro studio in quanto essa fornisce lo stimolo ideale per esplorare il circuito del piacere e della ricompensa. Gli scienziati hanno valutato le variazioni fisiologiche di alcuni parametri nei diversi campioni di partecipanti alla ricerca. I risultati hanno mostrato che i soggetti che hanno i brividi sono quelli che presentano delle strutture cerebrali particolari. Che significa? Queste persone presentano un numero di connessioni cerebrali più alto tra la corteccia uditiva e le aree cerebrali che si occupano di elaborare le emozioni. Da tali differenze si evince che le aree cerebrali di interesse comunicano in maniera più intensa in questi soggetti.

Ecco perché l’ascolto della musica suscita sensazioni viscerali intense come la pelle d’oca. È davvero straordinaria la ragione per cui quando si ascolta la musica vengono i brividi secondo la scienza. Questi risultati evidenziano le differenze nelle connessioni cerebrali di ciascun individuo relative alla sensibilità estetica. Sebbene non si sappia ancora se tali connessioni si apprendano o siano innate, questo dato offre degli interessanti spunti per ulteriori approfondimenti.

Approfondimento

È incredibile come il cervello possa eliminare le sostanze tossiche se si svolge in maniera adeguata questa azione quotidiana

Consigliati per te