Due rimedi della nonna infallibili per contrastare le macchie di tè su vestiti e tessuti

Che si versi del tè bollente sulla tovaglia bianca o sulla camicia nuova può capitare. Sicuramente la parte difficile è eliminare la macchia. Infatti il tè è composto da una sostanza particolarmente forte. I tannini, simili a quelli del vino, sono capaci di macchiare non solo vestiti, tessuti e superfici. Ne sono vittime anche mani, denti, bicchieri e posateria. Per questa ragione l’unico modo per rimuovere gli aloni di tè è penetrare a fondo.

La tempestività è anche importante. Infatti la macchia asciutta è molto più complicata da eliminare. Più tempo passa e più rischia di rimanere lì per sempre. Ecco perché vogliamo presentare due rimedi della nonna infallibili per contrastare le macchie di tè su vestiti e tessuti a costo zero.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Acquista lo smartwatch XW 6.0 con il 50% di sconto

Scopri ora l'offerta

Smartwatch

Acqua gassata e la sua alternativa

L’acqua gassata è composta da acqua minerale con l’aggiunta di anidride carbonica. Proprio questa sostanza può rivelarsi ottima per rimuovere macchie di tè ancora fresche. Sembrerà una banalità, invece l’anidride carbonica contenuta nell’acqua agisce sulla macchia. È sufficiente versarne una piccola quantità e poi strofinare. In questo modo l’acqua penetrerà nelle fibre ed eliminerà i tannini.

Ma se l’acqua gassata non funzionasse, allora esiste un’alternativa. La glicerina è un liquido colloso, denso e privo di colore. Viene spesso utilizzata in cosmetica (come ingrediente per prodotti di bellezza) ma anche nell’industria alimentare (come additivo per creme e impasti). Se il tè ha sporcato una parte estesa, strofinare della glicerina dovrebbe avere effetti immediati sull’alone. Prima però è bene capire se la glicerina non causerà danni al tessuto. Quindi è bene provarla su una piccola porzione e poi procedere all’applicazione.

Due rimedi della nonna infallibili per contrastare le macchie di tè su vestiti e tessuti

Il secondo e ultimo rimedio usa ancora un liquido incolore: l’acqua ossigenata. Funzionando come ossidante, risulta davvero utile ed efficace nelle pulizie.

Oltre che come disinfettante, l’acqua ossigenata è utilizzata in casa anche per eliminare macchie di sangue, sbiancare i capi, togliere la muffa dai muri e molto altro. Ha degli utilizzi addirittura nella cosmetica e nella cura del corpo.

Se utilizzata su macchie ormai datate, di cui non ci si è accorti, l’acqua ossigenata diventa un ottimo rimedio. Bastano pochi secondi e una piccola quantità. Immediatamente dopo deve seguire un risciacquo accurato. Dopo aver scoperto questi due rimedi non si avrà più timore di versare del tè.

Consigliati per te