Due metodi naturali poco conosciuti ma molto efficaci per abbassare la febbre

Oggi vogliamo parlare di due metodi naturali poco conosciuti ma molto efficaci per abbassare la febbre.

Innanzitutto va detto che la febbre non è una malattia ma una manifestazione del corpo che reagisce ad un’aggressione virale o batterica. L’organismo, dunque, per ostacolare la riproduzione del virus o del batterio, alza naturalmente la temperatura. Indicativamente la febbre segue un ciclo orario durante la giornata raggiungendo il punto massimo fra le 4 e le 6 del mattino e fra le 16 e le 18 del pomeriggio.

SCOPRI L'OFFERTA SPECIALE
Acquista ora XW 6.0 dal sito web ufficiale

CLICCA QUI

Smartwatch

È consigliato abbassare la temperatura quando supera i 38 gradi. E ciò per evitare di compromettere alcuni processi naturali del corpo. Vediamo, quindi, quali sono i metodi naturali ed efficaci per abbassarla.

Calzini di spugna nel freezer

Il primo è un rimedio della nonna bizzarro ma efficace. Questo prevede che, quando la temperatura corporea supera i 38 gradi, si dovranno indossare, per trenta minuti, dei calzini di spugna lasciati in freezer per almeno un paio di ore.

La febbre scenderà di 1 o 2 gradi entro un’ora. Suggeriamo quindi, soprattutto in questo momento di diffusione influenzale, di lasciare sempre in frigo un paio di calzini di spugna, possibilmente bianchi, così da averne sempre a disposizione nel momento del bisogno. Non ci sono controindicazioni. E neanche rischi nell’utilizzare questo rimedio.

Acqua e aceto

Un altro metodo consiste nel versare in un catino, in egual quantità, acqua e aceto bianco. Consigliamo di utilizzare acqua a temperatura ambiente. L’acqua fredda, infatti, potrebbe infastidire e causare spiacevoli brividi.

Bagnare un piccolo asciugamano di cotone nella soluzione e avvolgerlo intorno a polpacci. Lasciare qualche minuto. Proseguire reimmergendo l’asciugamano nell’acqua e fasciare i polsi.

Ripetere l’operazione per quindici minuti con la medesima sequenza. Questo tipo di spugnature solitamente abbassa la temperatura di circa 1 grado. Inoltre dona sollievo alla sensazione di compressione tipica degli stati infiammatori.

Questa è una tecnica che può essere utilizzata anche con i bambini senza correre rischi.

Ancora, bere tisane calde, con l’aggiunta di miele può aiutare a reidratare il corpo. Ma non solo. Anche a dare energia per reagire all’attacco batterico. Inoltre, può essere utile diffondere nell’aria, tramite l’utilizzo di umidificatori o diffusori, olii essenziali di eucalipto. Oppure timo, lavanda o tea tree (olio dell’albero del tè).

È, comunque, sempre raccomandato rivolgersi al medico per la valutazione dello stato di salute e la relativa terapia.

Abbiamo visto, dunque, due metodi naturali poco conosciuti, ma molto efficaci, per abbassare la febbre.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze a riguardo, consultabili qui»)

Consigliati per te