Due importanti notizie da Wall Street spingono sulla soglia del record Piazza Affari e favoriscono la corsa del settore del lusso

Ha avuto uno scatto degno di un ciclista che si alza sui pedali nell’ultima rampa prima del traguardo per fare il vuoto. Piazza Affari ha chiuso in progressione la seduta di oggi, riuscendo a superare quota 25.000 punti. Solamente nell’ultima ora i prezzi hanno ceduto un poco di terreno. Alla fine della seduta l’indice Ftse Mib (INDEX:FTSEMIB) ha terminato a 25.056 punti in rialzo dell’1,1%. Un risultato che domani potrebbe spingere i prezzi della Borsa di Milano ancora più sù, a ridosso del massimo degli ultimi 12 anni.

Due importanti notizie da Wall Street spingono sulla soglia del record Piazza Affari e favoriscono la corsa del settore del lusso

Lo scatto è stato favorito da alcune notizie che hanno dato fiducia alla Borsa. La prima viene da un’analisi di Intesa Sanpaolo, che stima un’accelerazione della crescita economica nazionale nel terzo trimestre, sulla scia delle riaperture. Si fanno così concrete le stime del Governo che prevedono un aumento del PIL nel 2021 del 4,5%. In valore assoluto sarebbe un ottimo risultato, se non fosse che nel 2020 il Prodotto Interno Lordo è sceso dell’8,9%.

Ma l’accelerazione dei prezzi della Borsa italiana è avvenuta nella seconda parte della seduta, quando il mercato ha appreso di due dati economici importanti. Negli USA nell’ultima settimana le nuove richieste di sussidi alla disoccupazione sono risultati inferiori alle attese. Inoltre è stato confermato il rialzo del PIL USA nel primo trimestre al 6,4%.

Buona performance dei titoli del lusso

Queste due importanti notizie da Wall Street spingono sulla soglia del record Piazza Affari e favoriscono la corsa del settore del lusso. Non è un caso che alla diffusione di questi dati, abbia corrisposto una buona performance dei titoli del lusso. Moncler ha guadagnato il 2,7%, Cucinelli il 3,5%, Ferragamo lo 0,8% e Geox hanno messo a segno un rialzo dell’1,3%. La maggior parte del fatturato di questo settore deriva dall’export, in particolare negli USA e nell’Est asiatico. Tutti i segnali che indicano una ripresa dei consumi in questi Paesi hanno dei riflessi positivi sui prezzi dei titoli.

Tra i migliori titoli del listino ancora una volta troviamo la Roma, che non arresta la sua corsa. Oggi il titolo ha chiuso con un rialzo del 16%, terminando a 0,45 euro, sui massimi da agosto dello scorso anno. Quando i prezzi supereranno 0,46 euro si spingeranno fino a 0,6 euro, massimo realizzato nella prima settimana d’agosto 2020. In caso di correzione potrebbero scendere fino a 0,4 euro ma mantenere intatto tutto il potenziale rialzista. Un allarme suonerebbe solamente con una discesa dei prezzi sotto questo livello, con primo target a 0,36 euro.

Approfondimento
Questa l’analisi multidays e il punto sui mercati internazionali dell’Ufficio Studi di ProiezionidiBorsa.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te