Due fantastiche tecniche di cottura per ottenere un merluzzo gustosissimo ma leggero, perché light non vuol dire insipido

A volte si cade nell’errore di credere che “light” sia sinonimo di insipido e senza gusto. Light in effetti può significare anche questo, ma solo se si decide di interpretare male questo termine. Una cottura light, di qualunque cibo, può dare grandi soddisfazioni, senza venire meno ai principi di questo termine. Quindi, mantenendo una certa semplicità nei condimenti, utilizzando ingredienti freschi e cotture che rispettano i cibi, senza far salire la conta delle calorie alle stelle.

Oggi la nostra redazione proporrà due fantastiche tecniche di cottura per ottenere un merluzzo gustosissimo, ma comunque leggero. Con queste due tecniche il merluzzo manterrà il suo basso contenuto calorico, senza risultare insipido e insignificante. Perché proprio il merluzzo? Per due ragioni semplici. In primis, perché un pesce che si presta moltissimo ad un’alimentazione sana e bilanciata, poiché ha una carne molto magra. E poi perché è ricco di proteine, quindi perfetto anche per coloro che oltre ad un’alimentazione sana, fanno attività fisica.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Ma proprio per la sua carne magra, bisogna stare attenti a come lo si cucina o si rischia di ottenere un pasto da mensa ospedaliera. Con queste due fantastiche tecniche di cottura per ottenere un merluzzo gustosissimo ma leggero, questo rischio verrà scongiurato.

Ecco come realizzare le due le due fantastiche tecniche di cottura per ottenere un merluzzo gustosissimo ma leggero, una più buona dell’altra

Come già accennato, è proprio la leggerezza delle carni di questo pesce a fare correre il rischio che si secchi in cottura. Chiaramente eccedendo con grandi quantità di olio si proteggerebbe la carne, ma diventerebbe super calorica. Ecco come risolvere!

  • La soluzione è una cottura in forno, ma intelligente. Utilizzare sempre la carta forno come base, per non farlo attaccare anche se è poco unto. Poggiare sopra il filetto di merluzzo salato, pepato e condito con un filino d’olio. Coprire il filetto con delle sottili fettine di patata a loro volta salate, pepate e condite con spezie ed erbe aromatiche a propria scelta. In questo modo le patate proteggeranno la carne che non si seccherà. L’olio che si trova sotto le patate non si asciugherà del tutto e manterrà il pesce umido. Inoltre sarà anche più saporito e completo. Con un contorno di insalata è un pasto veloce e bilanciato.
  • Un altro modo intelligente, per cuocere i filetti di merluzzo, prevede sempre la cottura in forno. Realizzare una piccola ratatouille di verdure, cuocendolo precedentemente in padella con un filo di olio. Mettere questa ratatouille alla base della teglia e poggiarvi sopra il filetto di merluzzo. Salare e pepare, irrorare con un filo di olio e cospargere con un cucchiaio di pangrattato. Il risultato sarà un piatto completo, con le verdure che faranno da contorno al filetto. Il merluzzo sarà croccante ma comunque umido, grazie alla base di verdure. Le verdure da utilizzare possono essere scelte in base ai propri gusti.

Entrambe le tecniche prevedono una cottura in forno di 25/30 minuti massimo. Se si utilizzano filetti di merluzzo surgelati, vanno sempre scongelati in anticipo.

Consigliati per te