Due buoni motivi per comprare Pirelli: sottovalutazione del 30% e dividendo dal rendimento al 4,5%

Nonostante la debolezza atavica delle quotazioni, ci sono due buoni motivi per comprare Pirelli (MIL:PRC) : sottovalutazione del 30% e dividendo dal rendimento al 4,5%.

Da quando il titolo di Tronchetti Provera è tornato a Piazza Affari nel 2017 ha perso circa il 50% del suo valore. Il principale motivo di questa debolezza è da collegare a un livello di indebitamento piuttosto elevato in proporzione al suo EBITDA. Nel medio periodo, invece, sono stati gli analisti che hanno favorito la discesa del titolo.
Hanno abbassato, infatti, le aspettative di EPS per l’azienda così come hanno rivisto significativamente al ribasso le loro stime degli utili.
Nel lungo periodo, invece, gli analisti hanno un buon consenso sul titolo. Inoltre il prezzo obiettivo medio esprime una sottovalutazione media 35,6%. Sottovalutazione che viene confermata anche dal confronto del fair value con le attuali quotazioni. In questo caso Pirelli risulta essere sottovalutato del 23,5%.

Come dicevamo all’inizio dell’articolo, uno dei due buoni motivi per comprare Pirelli è collegato al rendimento del suo dividendo. Durante la presentazione dei dati di bilancio 2019 il consiglio di amministrazione ha approvato la distribuzione di un dividendo di 0,183€ per ogni azione (0,177€ per azione nello scorso esercizio), con un payout di circa il 40% del risultato netto consolidato. Più nel dettaglio, il dividendo relativo all’esercizio 2019 sarà posto in pagamento a partire dal 24 giugno 2020.

In generale il bilancio del 2019 è stato molto buono con un utile netto totale in crescita del 3,5% sul 2018, a 457,7 milioni di euro. Bene anche il fatturato, con i ricavi aumentati a 5,3 miliardi di euro (+2,5%) mentre l’Ebit adjusted, indicatore della redditività, si è attestato a 917,3 milioni, con un margine al 17,2%.

Ma cosa ci dice l’analisi grafica e previsionale sul titolo Pirelli?

La chiusura del 5 marzo è stata a quota 3,92€ in ribasso del 2,41% rispetto alla seduta precedente. È molto importante notare che le quotazioni sono a contatto con il III° obiettivo di prezzo in area 3,0148€. A questo punto, ci sono altissime probabilità che si possa assistere a un’inversione rialzista.

Come faremo a capire si tratterà solo del rimbalzo del gatto morto oppure di un’inversione di tendenza rialzista?

Chiusure giornaliere superiori a 4,1€ darebbero forza alla scenario che vede le quotazioni di Pirelli esplodere al rialzo.

Pirelli

Pirelli: proiezione ribassista in corso sul time frame giornaliero. La linea blu rappresenta i livelli di Running Bisector; la linea rossa i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione.

Per una panoramica sugli articoli precedenti di Pirelli clicca qui.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te