Draghi nei pasticci di Gianluca Braguzzi

Dati di seconda fila, almeno per noi italiani, rischiano di mettere Draghi nei pasticci per il mantenimento del QE europeo. 
QE che per quanto , come abbiamo spiegato, sia incompleto e palliativo è comunque prezioso per tenere a galla la barchetta Italia.
Dopo il PIL francese di stamani uscito sopra le attese, ci mancava solo l’indice dei prezzi tedesco in aumento per fare svolazzare con sempre maggior convinzione lo stormo di falchi che non vede l’ora di affondare Draghi e la politica espansiva della BCE.
Acquista il tuo Abbonamento a The Calculator
E’ pur vero che anche Francia e Germania senza l’attuale politica del Presidente italiano della BCE la ripresa in atto se la potevano scordare, ma ora che sono “lassù”, chi potrà loro impedire di pretendere nuove restrizioni?
Restrizioni che per l’Italia significherebbero sicuro soffocamento.
Ma questo a chi importa?
Ovvero siamo sicuri che non sia il pio desio di qualcuno?

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te