Draghi a breve sotto attacco teutonico

Autore dell’ Articolo del Dott.Braguzzi Gianluca ecoeconomia
Il pensiero espresso in questo articolo esprime il pensiero dell’autore non necessariamente esprime il pensiero del nostro sito

Oggi non vogliamo tornare sulla disistima nei confronti del sistema bancario e di chi lo supporta alivello istituzionale.Ne parliamo chiaramente in altri post.

Vogliamo dare una lettura diversa a quanto sta accandedo sui mercati azionari da ieri agitati da forti pressioni ribassiste come non si vedevano da tempo.

La premessa è che al momento NON si può ancora parlare di una inversione definitva del trend rialzista.

Ci piace però palesare che l’ennesimo scoppio rialzista del bund a seguito di dati macro molot positivi (in particolare i dati sulla disoccupazione USA ma alcuni anche tedeschi) segnala una chiara volontà germanica che è giunto il momento di alzare i tassi e/o comunque di terminare la politica ultra accomodante sin qui tenuta nei confronti dei paesi deboli, tra cui l’Italia.

Non a caso il governatore oggi ha mandato un forte monito a pinocchio Renzi riguardo alla necessità di fare di più per risanare i conti pubblici.

Per i paesi più deboli un rialzo dei tassi all’interno di una valuta forte come l’euro segnerebbe definitivamente la fine di ogni aspettativa di ripresa.

Draghi che, pure sostenendo le banche nel loro circolo chiuso e vizioso o visioso e chiuso, a scapito del sistema produttivo, parrebbe al servizio dei poteri forti, non potrà ignorare questa prospettiva. Ipotesi che rischia di allargare in modo incolmabile e deifinitvo il gap tra i paesi euro , come la Germania, in ripresa e quelli ancora in piena recessione.

Come uscirà da questa impasse visto che certamente non proporrà l’usicta dall’euro da noi propugnata? Diffcile dirlo. Probabilmente si aprirà nelle prossime settimane o al massimo mesi un forte contrasto col governo tedesco.

La cosa certa è che dunque i mercati non avranno più il nutrimento della certezza della liquidità facile e per un tempo illimitato. Questo produrrà nervosimo e volatilità con repentini cambi di tendenza. Non è certo tempo per i cassettisti. Ammesso che lo sia mai stato.

Consigliati per te