Dow Jones ed S&P 500: bozze di previsione e bozze di target di lungo termine

In questo articolo di ieri abbiamo esaminato la situazione ciclica di lungo termine dei principali indici azionari internazionali.

Oggi ci domandiamo quale potrebbe essere il target di lungo termine di un mercato ribassista, che potrebbe già essere iniziato.

Per rispondere a tale domanda, usiamo il setup di tempo, indicato nell’articolo di ieri, considerando dove passino alcune principali trend lines di lungo in corrispondenza del medesimo.

Molto probabilmente il minimo dovrebbe formarsi in corrispondenza di una di queste.

Iniziamo la nostra analisi dai due principali indici statunitensi.

In successivi articoli esamineremo gli altri.

Su Dow Jones e S & P 500 , come appunto dicevo nell’articolo di ieri, è prevedibile un minimo attorno a luglio 2020.

Ora dobbiamo considerare le seguenti trend lines,  su Dow Jones e su S & P 500.

Retta congiungente i più importanti minimi dal 1982 al 1987.

!!!Acquista in straordinaria offerta  gli Ebooks di Gian Piero Turletti!!!

Cosa pensa chi ha acquistato gli Ebooks di Turletti?

Secondo me con i metodi di Gian Piero Turletti si può avere sia una visione anticipata di quello che poi capiterà sui mercati, sia segnali trend following, di conferma, desunti dai metodi stessi.
Cimatti Mario Marco
Ps… ci credo veramente… e i grafici lo dimostrano OGNI volta….

 
Retta, tracciata dal minimo del 2009, parallela alla trend line congiungente i massimi del 2000 e del 2017.

Retta, tracciata dal minimo del 2009, congiungente il minimo del dicembre 1994 con il massimo del 2007.

Si tratta, quindi, semplicemente di vedere dove passeranno queste rette a luglio 2020.

Dow Jones: 15600, 13220, 6980.

S & P 500: 1672, 1284, 900.

Come si nota, sono sicuramente target molto distanti tra di loro, ma quando ci si avvicinerà alla scadenza temporale del setup, un target escluderà gli altri e sapremo quale tra questi prevarrà.

Nota bene: i target di queste proiezioni sono conseguenti ad una proiezione di ribasso di lungo termine.

Perché si possa parlare di ribasso di lungo termine occorrono, come dicevo nell’articolo di ieri, alcune conferme.

In particolare occorre partire sugli indici sopra indicati almeno che vi sia una chiusura mensile inferiore a quella del mese precedente.

Pertanto, questo mese sotto 21279 il Dow Jones, e sotto 2407 lo S & P 500.

Solo a partire da questi segnali avremo iniziale conferma di potenziale ribasso di lungo termine.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te