Dove sarà e che prezzo avrà raggiunto Piazza Affari a fine anno?

Un incoraggiante rialzo caratterizza la mattinata del mercato azionario italiano. Infatti alle 13 si sfiora il +1% di rialzo. Un aumento che trova la sua spiegazione nelle parole pronunciate ieri da Jerome Powell, numero uno della Federal Reserve statunitense. Il governatore ha infatti confermato le misure di sostegno all’economia. Il che ha permesso agli operatori di aumentare, per quanto possibile, la fiducia sul prossimo futuro. Una prima conferma arriva dalle previsioni di Natixis che appoggiano uno scenario di bull market in cui, sullo sfondo di una FED ancora accomodante, la crescita verrebbe sostenuta anche dalle progressive riaperture.

Inoltre le decisioni del FOMC hanno fatto spostare il focus verso la BCE e, ancora di più, verso i report delle varie trimestrali in via di svolgimento. Ma guardando il mercato italiano, ci si chiede dove sarà e che prezzo avrà raggiunto Piazza Affari a fine anno? In realtà ci sono poche certezze soprattutto se si considera che la FED, come anche la BCE, sono in realtà in una fase quasi di transizione. Indubbiamente l’economia ha ancora bisogno di sostegno ma altrettanto indubbiamente i dati macro che vengono pubblicati man mano permettono un certo, seppur tiepido, ottimismo.

INVESTI NEL MERCATO IMMOBILIARE CON UN RENDIMENTO POTENZIALE FINO AL 13,13%
Puoi partire da soli 500 euro!

SCOPRI DI PIÙ

Dove sarà e che prezzo avrà raggiunto Piazza Affari a fine anno?

L’indice italiano, proprio in questi giorni, ha prima flirtato e poi conquistato, con una certa forza, quota 25mila. Ma stando alle prospettive degli esperti gli attuali 25.511 punti, visti al giro di boa delle 13.30 oggi, potrebbero non essere un segnale effimero. Già durante i primi giorni di questo mese, il Ftse Mib valeva uno strong buy per gli esperti di Equita.

Una crescita che diventerà più evidente con lo scorrere dei mesi estivi, prima, ed autunnali, poi. I rischi, peraltro temporanei secondo gli esperti, rimangono sempre la variante Delta e un possibile rallentamento della crescita anche per via dell’inflazione. Nel primo caso il rimedio è il vaccino, nel secondo un aiuto arriverebbe dal Recovery Fund. Ma anche per questo motivo da Equita suggerivano di puntare proprio su questo fronte. Nello specifico: sui titoli che traggono vantaggio dall’inflazione e su quelli che, invece, potranno beneficiare delle nuove misure di investimento in arrivo. Non ultime, voci come transizione ecologica e infrastrutture.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te