Dove potrà arrivare Piaggio dopo un rialzo giornaliero del 10% circa?

Dove potrà arrivare Piaggio dopo un rialzo giornaliero del 10% circa? È questa la domanda che si staranno ponendo gli investitori che hanno visto le quotazioni esplodere al rialzo dopo la pubblicazione della trimestrale dal 1 luglio al 30 settembre 2020.

Come ha dichiarato Roberto Colaninno

Il terzo trimestre del 2020, rispetto allo steso periodo dello scorso anno, è stato molto positivo e i risultati sono stati superiori alle attese. I ricavi sono incrementati del 3%, il margine lordo industriale dello 0,5%, l’Ebitda del 23%, il risultato operativo del 59%, e l’utile netto ha segnato un incremento del 75%. Le vendite dei degli scooter e moto nel mondo sono incrementate del 14%

Inoltre l’indebitamento finanziario netto migliorato passando a 444,8 milioni di euro rispetto ai 528,5 milioni di euro di giugno. Tuttavia i primi nove mesi dell’anno vedono ancora una diminuzione del 17,2% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Secondo gli analisti il giudizio medio è Outperform con un prezzo obiettivo medio che esprime una sottovalutazione di circa il 20%.

Prima di concludere ricordiamo che Piaggio è controllata da IMMSI che potrebbe beneficiare dell’exploit della casa di Pontedera. Per leggere l’ultima analisi su IMMSI clicca qui.

Dove potrà arrivare Piaggio dopo un rialzo giornaliero del 10% circa? La risposta all’analisi grafica e previsionale

Piaggio  (MIL:PIA) ha chiuso la seduta del 30 ottobre a quota 2,34 euro in rialzo del 9,45% rispetto alla seduta precedente.

Time frame giornaliero

La tendenza in corso è chiaramente rialzista, ma le prime sedute di novembre saranno particolarmente importanti per capire quanto accadrà nel breve periodo. Le quotazioni, infatti, si sono fermate sotto l’importantissima resistenza in area 2,366 euro (I obiettivo di prezzo).

Una chiusura giornaliera sopra questo livello aprirebbe le porte al raggiungimento di area 2,71 euro (II obiettivo di prezzo) e a seguire di area 3,05 euro (III obiettivo di prezzo). Per un potenziale rialzo del 40%.

Ovviamente la mancata rottura della resistenza indicata spingerebbe al ribasso le quotazioni di Piaggio. Almeno fino in area 2,234 euro.

piaggio

Piaggio: proiezione rialzista in corso sul time frame giornaliero. Le linee oblique rosse rappresentano i livelli di Running Bisector; le linee orizzontali i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione. Sulla sinistra è mostrato il volume per ciascun livello di prezzo. Il pannello intermedio riporta il segnale di BottomHunter. Il minimo sul time frame considerato è segnato quando è uguale a 1. Il pannello inferiore mostra il volume scambiato per ciascuna barra confrontato con una media mobile esponenziale zero lag a 20 periodi.

Time frame settimanale

La settimana appena conclusasi ha mostrato una notevole forza del titolo che è riuscito a evitare l’inversione ribassista. Per concretizzare e rafforzare la tendenza rialzista in corso bisognerà attendere una chiusura settimanale superiore a 2,396 euro. In questo caso gli obiettivi sono quelli indicati in figura.

Solo una chiusura settimanale inferiore a 2,262 euro farebbe invertire al ribasso la tendenza in corso.

piaggio

Piaggio: proiezione rialzista in corso sul time frame settimanale. Le linee oblique rosse rappresentano i livelli di Running Bisector; le linee orizzontali i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione. Sulla sinistra è mostrato il volume per ciascun livello di prezzo. Il pannello intermedio riporta il segnale di BottomHunter. Il minimo sul time frame considerato è segnato quando è uguale a 1. Il pannello inferiore mostra il volume scambiato per ciascuna barra confrontato con una media mobile esponenziale zero lag a 20 periodi.

Time frame mensile

La tendenza in corso è saldamente rialzista e punta al I obiettivo di prezzo in area 2,772 euro. Una chiusura mensile sopra questo livello aprirebbe le porte al raggiungimento degli obiettivi rialzisti indicati in figura.

piaggio

Piaggio: proiezione rialzista in corso sul time frame mensile. Le linee oblique rosse rappresentano i livelli di Running Bisector; le linee orizzontali i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione. Sulla sinistra è mostrato il volume per ciascun livello di prezzo. Il pannello intermedio riporta il segnale di BottomHunter. Il minimo sul time frame considerato è segnato quando è uguale a 1. Il pannello inferiore mostra il volume scambiato per ciascuna barra confrontato con una media mobile esponenziale zero lag a 20 periodi.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te