Dove l’INPS offre all’asta immobili residenziali di amplie metrature a partire da 48.500 euro

Con il bando n.18007 sono state messe all’asta varie unità immobiliari libere di tipo residenziale. A mettere all’asta i suddetti immobili è l’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale (INPS). L’operazione rientra inoltre nel più amplio programma di dismissione di immobili pubblici. Vediamo quindi ora, più nel dettaglio, dove l’INPS offre all’asta immobili residenziali di amplie metrature a partire da 48.500 euro.

Tipologia degli immobili

Come anticipato, gli immobili all’asta sono di tipo prevalentemente residenziale. Nel dettaglio si tratta di 6 unità libere di amplie metrature variabili dai 100 mq ai 200 mq. Si tratta inoltre di immobili di piena proprietà di cui 3 dotate anche di posto auto. Le varie location si trovano tutte nella medesima Regione, vale a dire la Puglia. E precisamente queste sono le ubicazioni:

a) 4 unità in provincia di Taranto;

b) 1 unità a Trani;

c) 1 unità a Brindisi.

Per la visione puntuale di tutti i dettagli degli immobili, con i relativi prezzi posti a base d’asta e i corrispondenti referenti di contatto, si invita ad andare al presente link ufficiale.

Modalità di asta

L’asta è del tipo “senza incanto”, per cui gli interessati dovranno procedere con la presentazione di offerte segrete, cartacee, digitali o cartacee digitalizzate. Il tutto andrà fatto innanzi al Notaio Banditore o al Notaio Periferico. L’elenco ufficiale dei notai abilitati è consultabile sui siti del notariato www.notariato.it e www.avvisinotarili.notariato.it. Le offerte dovranno essere di importo almeno pari al prezzo posto a base d’asta, indicato nell’elenco dei distinti lotti. Il Notaio provvederà poi ad aggiudicare il lotto a chi avrà presentato l’offerta di valore più elevato, non eguagliata da altra valida offerta. Solo nel caso in cui risultino presentate più offerte valide di pari importo, collocate ex‐aequo al primo posto in graduatoria, si legge che si darà luogo all’ “incanto”.

Cauzione

A garanzia dell’offerta, i partecipanti dovranno, a pena di esclusione, costituire una cauzione per un importo almeno pari al 10% del prezzo a base d’asta del lotto per cui fanno l’offerta. La cauzione, si legge ancora, dovrà essere costituita, “a pena di esclusione, mediante assegno circolare non trasferibile emesso da istituto bancario. O equivalente assegno postale recante la clausola di non trasferibilità intestato a I.N.P.S. L’assegno andrà poi depositato presso il Notaio Banditore o Periferico, presso il quale viene depositata l’offerta”.

Dove l’INPS offre all’asta immobili residenziali di amplie metrature a partire da 48.500 euro

La data ultima fissata per la presentazione delle offerte è quella del 27 novembre 2020 alle ore 17:00. Mentre la data della vendita all’asta è fissata per il 30 novembre 2020 con orari variabili a seconda degli immobili. Scorrendo il link anzidetto è possibile vedere come variano gli orari, caso per caso. Comunque questi sono i margini orari: dalle 10:00 alle 10:20, 10:40, 11:00, 11:20 e 11:40. Attenzione, quindi, in caso di partecipazione, a prendere nota dei dati utili connessi al lotto d’interesse. Resta altresì inteso che sono ammesse visite, previo appuntamento da fissarsi con il referente visite, come indicato al link di cui sopra.

Informazioni e riferimenti di contatto

Per tutte le informazioni del caso è possibile rivolgersi alle Direzione Patrimonio INPS e questa è l’email di riferimento: dc.patrimonioinvestimenti@inps.it. Per ciò che riguarda la procedura d’asta, bisognerà rivolgersi al Notaio Banditore, mentre per informazioni di carattere generale al Consiglio Nazionale Notariato ai seguenti riferimenti di contatto:

a) tel. 06/362091 e 06/36209260;

b) email: dismissioni.cnn@postacertificata.notariato.it.

Ecco quindi dove l’INPS offre all’asta immobili residenziali di amplie metrature a partire da 48.500 euro.

Consigliati per te