Dopo il timido tentativo di rialzo le quotazioni di Emak potrebbero nuovamente accelerare al ribasso

Il tentativo di resistere alle pressioni ribassiste ha avuto vita breve e dopo il timido tentativo di rialzo le quotazioni di Emak potrebbero nuovamente accelerare al ribasso. Sono, quindi, lontani i tempi in cui dai minimi di maggio 2020 ai massimi di dicembre 2021, il titolo Emak guadagnava oltre il 300%. Un risultato eccezionale per un titolo azionario che non aveva mai particolarmente brillato a Piazza Affari.

Allo stato attuale, quindi, la proiezione in corso è ribassista e punta all’obiettivo più probabile in area 0,546 euro (I obiettivo di prezzo). Tuttavia la via della salvezza per il titolo non passa così lontana. Potrebbe bastare, infatti, una chiusura settimanale superiore a 1,197 euro per ridare fiato ai rialzisti. In questo caso le azioni Emak potrebbero portarsi nuovamente in prossimità dei massimi storici.

La valutazione del titolo Emak

Qualunque sia l’indicatore utilizzato, un’analisi basata sui multipli di mercato restituisce un titolo fortemente sottovalutato sia rispetto alla media del settore di riferimento che al mercato italiano. Ad esempio, il rapporto prezzo/utili esprime una sottovalutazione del titolo rispetto ai suoi competitors di circa il 40%. Il rapporto Price to Book ratio conferma questo risultato con una sottovalutazione di circa il 50%. Inoltre il titolo è valutato a 0,6 volte il suo fatturato, ovvero livelli di valutazione molto interessanti rispetto ad altre società quotate. Infine, l’azienda appare poco valorizzata se si considera il valore del suo attivo netto contabile.

Anche il fair value, calcolato con il metodo del discounted cash flow, esprime una sottovalutazione di circa il 40%. Sostanzialmente, stando a quanto riportato sulle riviste specializzate, qualunque sia l’indicatore utilizzato le azioni Emak risultano essere sottovalutate.

Un altro aspetto molto interessante in ottica di investimento di lungo periodo è relativo alla solidità finanziaria di Emak. Sia l’indice di liquidità di breve che di lungo termine sono superiori a 1 a testimoniare la solidità del gruppo. Inoltre il rapporto debito totale su capitale è di poco superiore all’80%.

Che Emak sia interessante è confermato da quanto riportato sulle riviste specializzate relativamente al giudizio degli analisti. Il consenso accumulare con un prezzo obiettivo che esprime una sottovalutazione di oltre l’80%.

Dopo il timido tentativo di rialzo le quotazioni di Emak potrebbero nuovamente accelerare al ribasso: le indicazioni dell’analisi grafica

Le azioni Emak (MIL:EM) hanno chiuso la seduta del 27 giugno in ribasso del 2,63% rispetto alla seduta precedente a quota 1,184 euro.

Time frame settimanale

emak

 

Approfondimento

Da domani i mercati dovrebbero ripartire al rialzo. Preoccupante un segnale contrario. I livelli da monitorare

I risultati delle previsioni presenti in questo articolo si basano su calcoli statistici spiegati negli ebook pubblicati da ProiezionidiBorsa ed elaborati sulla base dello storico dei prezzi a disposizione. (Ricordiamo, inoltre, di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te