Dopo il nostro segnale Buy la corsa al rialzo di Webuild non si è ancora fermata

Dopo il nostro segnale Buy la corsa al rialzo di Webuild non si è ancora fermata. A seguito del report “Questo è un titolo azionario che potenzialmente potrebbe fare la fortuna di molti investitori“, le azioni dell’azienda che opera nel settore delle grandi costruzioni è salita di oltre il 20%.

Nonostante le difficoltà delle ultime settimane, però, il rialzo è tuttora solido e si sta appoggiando al fortissimo supporto in area 2,114 euro (I obiettivo di prezzo). Fino a quando questo supporto resisterà non ci sarà nulla da temere e le quotazioni punteranno sempre verso gli obiettivi indicati in figura. In particolare, il raggiungimento del III obiettivo di prezzo in area 3,345 euro comporterebbe un rialzo di oltre il 50% rispetto ai livelli attuali.

Un altro aspetto che supporto lo scenario rialzista arriva dall’analisi dei volumi. Se si guarda al grafico seguente, infatti, si nota come nelle settimane in cui le quotazioni sono scese i volumi sono stati in diminuzione.

Dalla loro i ribassisti potrebbero avere il segnale di vendita dello Swing Indicator che si sta formando questa settimana. Da notare che se anche il segnale di vendita dovesse concretizzarsi la tenuta del supporto in area 2,114 euro ne attenuerebbe l’impatto.

Dal punto di vista degli analisti il consenso medio è mantenere con un prezzo obiettivo medio che esprime una sottovalutazione del 7%. Tuttavia i prezzi obiettivo degli analisti differiscono notevolmente tra loro. Ciò suppone giudizi divergenti e/o una difficoltà nel valutare l’azienda

Dal punto di vista della valutazione ci sono proiezione e contro che andiamo a riassumere qui di seguito. Secondo il rapporto prezzo/utili le azioni Webuild sono sottovalutate rispetto al settore di riferimento di circa il 20%. Il titolo, poi, ha un livello di valutazione molto basso, con un valore aziendale stimato in 0.33 volte il suo fatturato. Infine, il prezzo dell’azienda rispetto al valore netto contabile fa apparire l’azione come relativamente economica.

Tra i punti deboli più importanti ricordiamo che secondo le attuali stime degli analisti, il potenziale di crescita dell’Utile Netto per Azione (EPS) per i prossimi anni appare limitato.

Dopo il nostro segnale Buy la corsa al rialzo di Webuild non si è ancora fermata: le indicazioni dell’analisi grafica

Webuild (MIL:SAL) ha chiuso la seduta del 21 luglio in rialzo dell’1,90% rispetto alla seduta precedente a quota 2,144 euro.

Time frame settimanale

webuild

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te