Dopo aver letto questo articolo la semina dei peperoncini non sarà mai sembrata così semplice

I peperoncini sono tra le cose più buone che possiamo utilizzare per aromatizzare le nostre pietanze.

Si abbinano a qualunque piatto e deliziano i nostri palati con gusto, sapore e piccantezza.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Aloe Vera Slim, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Aloe Vera

Il periodo ideale per la semina si protende da metà gennaio a inizio aprile, quindi siamo ancora in tempo per iniziare.

Se si pensa che sia un’operazione complicata ci sbagliamo, infatti dopo aver letto questo articolo la semina dei peperoncini non sarà mai sembrata così semplice.

Persino chi non ha pollice verde o è inesperto può senza problemi cimentarsi in questa esperienza.

Semina all’aperto

Coltivare il peperoncino è ideale per tutti quelli che hanno un giardino o un pezzo di terra che permetta alla pianta di crescere al meglio.

Dopo che avremo scelto i semi dovremo scegliere la giusta posizione.

È fondamentale scegliere una posizione soleggiata, ci assicureremo che la pianta produca degli ottimi peperoncini piccanti.

Dopo aver interrato i semi, per rendere il terreno più fertile, è consigliato miscelarlo con dello stallatico e aggiungere ancora della terra da orto.

Dovremo ricordarci di innaffiare la pianta tutti i giorni, consigliamo di farlo durante le ore serali, se possibile.

È importante che le foglie non siano assolutamente bagnate.

A questo punto non ci resta che aspettare la crescita dei primi frutti!

Come avevamo anticipato, dopo aver letto questo articolo la semina dei peperoncini non sarà mai sembrata così semplice, la soddisfazione sarà grande.

Nuove coltivazioni con i semi del frutto

Una volta che avremo raccolto i primi peperoncini potremo iniziare a prendere i semi al loro interno per iniziare nuove coltivazioni.

Mettiamo i semi all’interno di una cassetta e disponiamoli in fila a circa un centimetro sotto il terreno.

Dopodiché bagniamo abbondantemente il terreno e poniamo un telo sopra la cassetta.

Controlliamo periodicamente l’umidità del terreno ed esaminiamo a che punto siano i germogli.

Una volta controllato che il germoglio sia a posto, trapiantiamolo in un vaso con del terriccio.

Ecco qua che saremo pronti per iniziare la nuova coltivazione!

Consigliati per te